WSSP, Locatelli allunga a Jerez

Andrea Locatelli continua la corsa al comando del WSSP 2020, ripartito da Jerez de la Frontera dopo il lockdown. L’italiano alla guida della Yamaha YZF R6 della Bardahl Evan Brothers, dopo il successo di Phillip Island, ha ragione del veterano francese Jules Cluzel sulla Yamaha della GMT 94 in entrambe le gare ed ora conta su un margine di quindici punti di vantaggio sul transalpino nella classifica provvisoria del Campionato Mondiale Supersport.

WSSP-2020-Jerez-Cluzel
Jules Cluzel

In prima manche gara combattuta e non priva di colpi di scena come dimostra la caduta di Peter Sebestyen passato alla guida della Yamaha YZF R6 di Toth. Molte poi le rotture meccaniche come quelle che eliminano Isaac Vinales sulla Yamaha di Kallio e Hikari Okubo passato alla Honda CBR 600 RR di Dynavolt. Il podio in prima manche lo completa Philipp Oettl con la Kawasaki ZX-6R di Puccetti, precedendo il compagno di team Lucas Mahias.

WSSP-2020-Jerez-Oettl
Philipp Oettl

Quinto posto per Raffaele De Rosa con la MV Agusta F3 675 ufficiale, sempre al passo con i migliori. Il sudafricano Steven Odendaal è sesto con la Yamaha YZF R6 di Ten Kate davanti a Corentin Perolari confermato sulla seconda Yamaha della GMT 94. Delude le attese il turco Can Oncu, vincitore alcuni anni fa di una gara Moto3 sotto il diluvio a Valencia: è solo nono con la Kawasaki del team nazionale turco, alle spalle di Manuel Gonzalez con la Kawasaki della ParkinGO.

WSSP-2020-Jerez-Mahias
Lucas Mahias

Hannes Soomer, veterano della categoria, completa la Top Ten con la Yamaha di Kallio Racing. A punti anche Federico Fuligni tredicesimo con la seconda MV Agusta ufficiale e Luigi Montella con la Yamaha di DK Motorsport. In seconda manche si completa il weekend nero di Axel Bassani, già ritirato sul finire della prima manche con la Yamaha YZF R6 di Soradis. Nel giro di riscaldamento centra De Rosa e causa una bandiera rossa. Alla ripartenza Locatelli non trova avversari e comanda le operazioni da bandiera a bandiera, con Cluzel stabile in seconda posizione.

WSSP-2020-Jerez-De-Rosa
Raffaele De Rosa

Si invertono le gerarchie per il terzo posto con Mahias che stavolta ha la meglio su Oettl, De Rosa nonostante l’incidente riesce a conquistare un ottimo quinto posto. Migliora di una posizione Perolari, sesto davanti ad Vinales e Odendaal. Anche Soomer migliora di una posizione a scapito di Gonzalez, che non può naturalmente nemmeno contare sui suoi molti sostenitori locali.

WSSP-2020-Jerez-Perolari
Corentin Perolari

Ancora peggio della prima manche Can Oncu che è solo dodicesimo davanti al locale Alejandro Ruiz Carranza con la Yamaha YZF R6 della Emperador e al nostro Fuligni, unico altro italiano in grado di centrare la zona punti. Non ha fortuna Montella che termina diciannovesimo e, purtroppo, ultimo. Solo tre i ritirati e spicca anche la caduta di Okubo che deve ricorrere alle cure dei sanitari. L’accesa sfida in WSSP tra Cluzel e Antonelli ricomincerà già il prossimo weekend sulla pista di Portimao.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui