Italiano WRC: un gran Signor al Rally Marca Trevigiana

Il Rally Marca Trevigiana torna in scena rappresentando il giro di boa del Campionato Italiano WRC e riservando non poche sorprese. A cominciare dal ritiro già nella seconda PS di Luca Pedersoli e Anna Tomasi con la Citroen DS3 WRC, per un problema di sterzo. A contendersi la vittoria sono Corrado Fontana con la Hyundai i20 Coupé WRC e Marco Signor con la Volkswagen Polo GTI R5. Signor compensa lo squilibrio di potenza tra la sua vettura e quella di Fontana jr con la perfetta conoscenza delle strade locali. Inoltre nella seconda parte di gara Fontana accusa una crescente serie di difficoltà, che agevolano la fuga di Signor verso la vittoria. Alla fine il pilota Volkswagen vince con un margine di appena un secondo e tre decimi su Fontana. Al terzo posto un altro equipaggio locale formato da Rudy Andriolo e Manuel Menegon con una Skoda Fabia Rally2 Evo, al miglior piazzamento di sempre nella storica gara della Marca.

Italiano-WRC-2021-Rally-Marca-Trevigiana-testa
Giuseppe Testa è quarto con la Skoda Fabia Rally2 Evo

Riesce a precedere un “regolare” dell’Italiano WRC quale Giuseppe Testa, che lamenta una serie di piccole difficoltà alla propria Skoda Fabia Rally2 Evo ma riesce ad anticipare le identiche Skoda di Alberto Battistolli e Ilario Bondioni. La casa di Mlada Boleslav è come sempre ben rappresentata nella Top Ten grazie anche alle più “classiche” Skoda Fabia R5 di Paolo Benvenuti, settimo, Federico Bottoni che termina ottavo e Leonardo Cesaro che completa la Top Ten. A spezzare il “monopolio” la Citroen DS3 WRC di Matteo Daprà ancora in fase di adattamento al mezzo. In una corsa dominata dalle R5, scarse possibilità per le vetture delle altre classi. Riesce a difendersi bene il veterano Walter Lamonato, primo in Super 2000 con una Peugeot 207: è quindicesimo. Il vincitore della Super 1600, Francesco Aragno, è diciassettesimo con una Renault Clio precedendo lo sloveno Bostjan Abvelj che vince la R2C con una Renault Clio Rally4. Abvelj qualche stagione fa era emerso sulla platea italiana nelle gare in circuito, con la Renault Clio Cup e il team Lema Racing.

Italiano-WRC-2021-Rally-Marca-Trevigiana-aragno
Il vincitore della Super 1600, Francesco Aragno, è diciassettesimo con una Renault Clio

Un altro “polivalente”, Davide Nicelli, sbanca la R1 e la prova del Clio Trophy Italia con una Renault Clio RSR Rally5 chiudendo ventesimo assoluto. Poco da fare per Andrea Scalzotto, Pier Verbilli e Nicola Schileo che completano nell’ordine la classifica del Trofeo Renault con distacchi elevati nei confronti di Nicelli. In R2B supremazia per le Peugeot 208 con vittoria di Lorenzo e Cosimo Ancillotti davanti a Corrado Peloso e Iuri De Felice. I due equipaggi sono divisi da appena tre secondi e un decimo. Sparuta presenza delle vetture R3C, con il friulano Fabrizio Martinis che si difende chiudendo ventottesimo con la Renault New Clio; ben più staccato il polivalente Cesare Rainer che passa dalla Honda Civic Type-R impiegata di solito nelle Cronoscalate alla Renault New Clio, con risultati comunque soddisfacenti.

Italiano-WRC-2021-Rally-Marca-Trevigiana-nicelli
Davide Nicelli, ventesimo assoluto, si aggiudica in un sol colpo la R1 e la prova del Clio Trophy Italia con una Renault Clio RSR Rally5

Gruppo A vinto da Nicola Bennati su Peugeot 106 A6 davanti alla Opel Astra Gsi di Paolo Dalla Libera; in Gruppo N si impone la Renault Clio Rs di Davide Pinosa ai danni della Citroen Saxo Vts di Daniele Maimeri e della Peugeot 106 di Gianmaria Dissegna, anticipando la ben più potente Subaru Impreza Sti di Diego Tovena. In Racing Start Plus vittoria per Rino Lunelli su Mini Cooper S RSTB Plus 1600, mentre in Racing Start trionfa la Honda Civic Type-R di Filippo ed Elisa Ghegin davanti alla Renault Clio Rs di Fabio Pierobon. Sono sessantacinque le vetture che completano la sempre difficile gara trevigiana. In classifica di Campionato, cambia ben poco con Pedersoli che fallisce una chance per superare l’assente Andrea Carella. Recuperano qualcosa sia Fontana che Testa. Prossima gara di Italiano WRC il penultimo weekend di agosto, con il ritorno del Rally del Friuli Venezia Giulia, l’ex-Alpi Orientali, che sarà anche valido per la Mitropa Cup.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui