Moto2, a Zeltweg terrore per Syahrin e successo di Martin

Primo grande spavento stagionale nella Moto2. A Zeltweg, già nelle prime battute di gara, cade Enea Bastianini con la Kalex di Italtrans. Viene esposta la bandiera rossa ma purtroppo la moto del romagnolo viene centrata da alcuni piloti fra i quali l’ex-MotoGP Hafizh Syahrin, che è costretto al ricovero in ospedale.

Moto2-2020-Zeltweg-Bastianini
La Kalex Italtrans di Enea Bastianini a terra verrà di li a poco centrata da Hafizh Syahrin che non riuscirà ad evitarla (Foto Claudia Cavalleri-Credit MotoGP.com)

La gara viene quindi interrotta, azzerata e fatta ripartire sulla lunghezza di tredici giri, mentre dall’ospedale giungono notizie confortanti su Syahrin. Al nuovo via Bastianini non si presenta e, con questo “zero”, perde la leadership di campionato ad appannaggio di Luca Marini. Al fratello di Valentino Rossi è sufficiente il secondo posto per diventare nuovo leader della categoria.

Moto2-2020-Zeltweg-Marini
Una piazza d’onore per Luca Marini che vale la leadership di Campionato (Foto Claudia Cavalleri-Credit MotoGP.com)

La vittoria va all’iberico Jorge Martin che con la moto di Red Bull Ktm Ajo si consolida al terzo posto nella classifica di campionato. Al terzo posto un ottimo Marcel Schrotter che si riscatta da un poco brillante GP di Brno. Per la Liqui Moly Intact GP soddisfazioni vengono anche da Thomas Luthi, settimo ma ancora lontano dalla competitività dei tempi migliori.

Moto2-2020-Zeltweg-Schrotter
Ottimo terzo posto per Marcel Schrotter (Foto Claudia Cavalleri-Credit MotoGP.com)

In un evento dominato dalle Kalex che occupano le prime otto posizioni della classifica, qualche soddisfazione per l’Italia la regala anche il secondo pilota del team di Valentino Rossi, Marco Bezzecchi, che artiglia il sesto posto dietro a Sam Lowes e Xavi Vierge. La prima moto non-Kalex è la Speed Up di Aron Canet, nono davanti a Joe Roberts.

Moto2-2020-Zeltweg-Bezzecchi
Marco Bezzecchi artiglia il sesto posto dietro a Sam Lowes e Xavi Vierge (Foto Claudia Cavalleri-Credit MotoGP.com)

Scarse soddisfazioni per gli altri italiani, quasi tutti fuori dalla zona punti con l’unica eccezione di Lorenzo Baldassarri, undicesimo con la Kalex di Flexbox HP 40. A dir la verità Nicolò Jarod Bulega con la Kalex di Gresini e Stefano Manzi con la MV Agusta sfiorano la quindicesima posizione, ma l’iberico Hector Garzo, compagno di team di Baldassarri, li brucia entrambi all’ultimo giro.

Moto2-2020-Zeltweg-Baldassarri
Appena fuori dalla top ten Lorenzo Baldassarri undicesimo con la Kalex di Flexbox HP 40 (Foto Claudia Cavalleri-Credit MotoGP.com)

Ben peggio vanno Lorenzo Dalla Porta, che completa il weekend nero della ItalTrans con un pessimo diciannovesimo posto, Simone Corsi ventesimo con la seconda MV Agusta e Fabio Di Giannantonio ventunesimo con la Speed Up. Dopo la carambola iniziale, non si verificano molti ritiri anche se i “big” Remy Gardner e Tetsuta Nagashima finiscono a terra.

Moto2-2020-Zeltweg-Canet-Luthi
La prima moto non-Kalex è la Speed Up di Aron Canet #44 nono in questa foto davanti a Thomas Luthi #12 che chiuderà al settimo posto (Foto Claudia Cavalleri-Credit MotoGP.com)

Si classificano ventidue concorrenti con la classifica chiusa dal malese Kasma Daniel su Kalex, preceduto dall’ex-Moto 3 Bo Bendsneyder che, proprio come Dalla Porta, sta attraversando un periodo di forma assolutamente negativo. Ora anche per la Moto2, la pista di Zeltweg concederà un “rematch” il prossimo weekend, prima della doppia trasferta romagnola di Settembre.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui