Mini Challenge, a Misano tra i crash spuntano Rangoni e Zanin

Il Mini Challenge fa tappa a Misano Adriatico per il secondo evento stagionale con due gare estremamente combattute e spettacolari. La prima manche registra la vittoria da bandiera a bandiera di Luca Rangoni, irraggiungibile dopo un’ottima partenza lanciata. Il veterano emiliano precede sotto la bandiera a scacchi Simone Iaquinta per poco più di due secondi. Il ritmo imposto dai primi due al resto del gruppo è insostenibile, basti pensare che il terzo classificato Alessio Alcidi è staccato di ben quindici secondi. Terzo Gianluca Calcagni che non riesce a tenere il passo del pilota tuderte e si deve accontentare del rame, davanti al toscano Luca Gori e ad Andrea Nember.

Il podio di gara 2 del Mini Challenge

Nelle retrovie sono numerosi i contatti ed i ritiri. Tobia Zarpellon è costretto nelle retrovie per un consumo anomalo degli pneumatici, mentre Alberto Cioffi si tocca con Alessandro Suerzi Stefanin. Quest’ultimo riesce a continuare, mentre il lombardo è costretto a riportare la sua Mini arancio in pit-lane. Si insabbia nel frattempo alla Quercia Alex De Angelis, per l’occasione prestato alle quattro ruote. Questa sequenza di contrattempi consente a Gabriele Giorgi di chiudere ottavo su Gianluca Nigro e Paolo Necchi.

Un secondo e un terzo posto è il bottino di Alessio Alcidi nella tappa di Misano
Un secondo e un terzo posto è il bottino di Alessio Alcidi nella tappa di Misano

Problemi anche per Massimo Zanin; reduce dalla partecipazione alla Mille Miglia con un fuoristrada Alfa Romeo appartenente alle Forze Armate, chiude solo dodicesimo davanti a Rachele Somaschini che continua a correre senza sosta. Oltre alle due gare del Mini Challenge, la coraggiosa milanese ha disputato anche l’apertura del TCS ad Adria e le cronoscalate CIVM di Reventino, Sarnano e Verzegnis. Quattordicesimo posto per il giornalista Paolo Pirovano. In seconda manche scompaiono per uscite di pista Maurizio Losi, subentrato a Rangoni, e Simone Iaquinta che probabilmente viene eliminato da un problema ai freni.

Piacevoli visioni sulla griglia di partenza del Mini Challenge
Piacevoli visioni sulla griglia di partenza del Mini Challenge

Problemi meccanici per numerosi altri piloti tra i quali Alex De Angelis, Diego Mercurio, Nicholas Risitano, Luca Gori ed Andrea Nember già costretto a partire dai box. Filippo Maria Zanin, subentrato a Calcagni, fa il vuoto davanti ad Alessio Alcidi autore della migliore performance complessiva del weekend. Si riscattano alla grande anche Tobia Zarpellon, che conquista il terzo gradino del podio dopo una rimonta da fondo griglia, e Massimo Zanin. Da applausi il quinto posto di Rachele Somaschini su Giorgi, Necchi, Giampiero Pindari, Cioffi e Suerzi Stefanin.

Ad una non troppo fruttuosa gara 1, Tobia Zarpellon fa seguire un ottimo terzo posto in gara 2
Ad una non troppo fruttuosa gara 1, Tobia Zarpellon fa seguire un ottimo terzo posto in gara 2

Nel post-gara molte polemiche causate dall’anomalo rendimento degli pneumatici. Per il Mini Challenge non c’è comunque tempo per riposarsi. Tra due sole settimane il trofeo riservato all’immortale auto anglo-tedesca scenderà in campo a Monza nell’ambito del Campionato Italiano GT.

Lotta tra Luca Gori (7) ed Andrea Nember (23)
Lotta tra Luca Gori (7) ed Andrea Nember (23)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui