Rally Monte-Carlo, Ford Fiesta WRC per la cinquina di Ogier

Nico Patrizi
Pubblicato il gennaio 28, 2018, 8:30 pm
9mins

Il WRC –Campionato Mondiale Rally– riparte dopo appena due mesi di sosta e ricomincia nel segno del suo campione in carica, Sebastien Ogier vittorioso al Rally Monte-Carlo. Con il fedelissimo Julien Ingrassia sul sedile di destra della sua Ford Fiesta Wrc, il transalpino ottiene così la quinta vittoria consecutiva nella tradizionale corsa che si disputa sulle strade attorno al Principato. Una vittoria non priva di brividi per Ogier: per esempio nella settima prova speciale resta vittima di un’uscita di strada che solo la fortuna fa culminare in un banale infossamento costato una manciata di minuti.

Ott Tanak con la Toyota Yaris Wrc chiude secondo con quasi un minuto di ritardo su Ogier (Foto Stefano Romeo)

Ott Tanak con la Toyota Yaris Wrc chiude secondo con quasi un minuto di ritardo su Ogier (Foto Stefano Romeo)

Anche per i suoi avversari la trasferta d’oltralpe si rivela irta di difficoltà. In particolare per la squadra Hyundai con Andreas Mikkelsen che già sulla quarta prova speciale viene fermato dall’alternatore e precipita in classifica per poi terminare tredicesimo assoluto. Per Thierry Neuville i guai cominciano fin sulla prima prova speciale con un’uscita sul Verglas; nella terza prova arriva anche una foratura a retrocedere ulteriormente il belga che arrotonda con un testacoda sulla undicesima speciale. Dopo una sequenza di guai come questa, il quinto posto non è assolutamente da buttare.

Appena ai piedi del podio chiude la Citroen C3 Wrc di Kris Meeke e Paul Nagle (Foto Stefano Romeo)

Appena ai piedi del podio chiude la Citroen C3 Wrc di Kris Meeke e Paul Nagle (Foto Stefano Romeo)

Dani Sordo è poi costretto al ritiro per un’uscita di strada a due passi da un albero completando il weekend sfortunato delle i20 Coupé Wrc. Non solo: si ferma con la ruota posteriore sinistra aperta anche la i20 R5 ufficiale del francese Stephane Sarrazin, noto anche per una comparsata in Formula Uno con la Minardi sul finire degli anni novanta. Molto meglio, al confronto, il fine settimana della Toyota con le Yaris Wrc a completare il podio.

Quinto posto di tutto rispetto per uno sfortunato Thierry Neuville con la Hyundai i20 Wrc (Foto Stefano Romeo)

Quinto posto di tutto rispetto per uno sfortunato Thierry Neuville con la Hyundai i20 Wrc (Foto Stefano Romeo)

Il nuovo acquisto della casa giapponese Ott Tanak con il fedele Martin Jarveoja chiude secondo sia pure con quasi un minuto di ritardo su Ogier, mentre Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila vanno ad occupare il terzo gradino del podio. Poteva uscire anche il quarto posto ma nella Power Stage conclusiva Esapekka Lappi incappa in un errore e termina con un tempo molto alto chiudendo settimo davanti alla Ford Fiesta Wrc di Bryan Bouffier e Xavier Panseri. Dell’errore di Lappi beneficiano tre equipaggi, in particolare la Citroen C3 Wrc di Kris Meeke e Paul Nagle che termina quarta, ancorché staccatissima dalla zona podio.

Chiude la top ten come vincitore della WRC 2, il ceco Jan Kopecky con Pavel Dresler e la Skoda Fabia R5 (Foto Stefano Romeo)

Chiude la top ten come vincitore della WRC 2, il ceco Jan Kopecky con Pavel Dresler e la Skoda Fabia R5 (Foto Stefano Romeo)

Alle spalle di Neuville c’è Elfyn Evans con la Ford Fiesta Wrc. Considerato dagli inglesi il potenziale erede dei rimpianti Colin McRae e Richard Burns, anche alla luce della vittoria nello scorso Wales Rally, Evans manca in extremis il sorpasso ai danni di Neuville. La Citroen non raccoglie granché con la ormai ex-grande promessa Craig Breen, che con Martin Scott al sedile di destra della C3 Wrc raccoglie solo il nono posto lamentando tanti problemi sul gelo delle speciali di montagna. Forse l’irlandese risente ancora a livello psicologico dell’uscita patita al Rally di Australia dello scorso novembre.

Eddie Sciessere con la Citroen DS3 R5 è il primo della pattuglia tricolore (Foto Stefano Romeo)

Eddie Sciessere con la Citroen DS3 R5 è il primo della pattuglia tricolore (Foto Stefano Romeo)

A completare la top ten è il vincitore della WRC 2, il ceco Jan Kopecky con Pavel Dresler a leggere le note. Naturalmente la vettura di Kopecky è la vincente Skoda Fabia R5, stessa vettura di Kalle Rovanpera che chiude immediatamente alle sue spalle nelle classifiche assoluta e WRC 2. Per il giovanissimo finnico, figlio d’arte, debutto non privo di difficoltà sulle speciali dove si era spesso esaltato suo padre. Anche il brivido di una pericolosa derapata a due passi da un palo della luce nelle fasi centrali, fortunatamente risoltosi a lieto fine.

Sfortuna per Andrea Nucita che con l’Abarth 124 Rally è costretto al ritiro dopo un ottimo avvio (Foto Stefano Romeo)

Sfortuna per Andrea Nucita che con l’Abarth 124 Rally è costretto al ritiro dopo un ottimo avvio (Foto Stefano Romeo)

Per il giovane Kalle, messosi in luce nello scorso Campionato Italiano Rally, un buon debutto nella rincorsa al titolo di categoria. Spicca poi l’ottimo piazzamento di Eddie Sciessere con la Citroen DS3 R5, quarto di gruppo dietro Olivier Burri e quattordicesimo assoluto dietro Mikkelsen. Forse l’Italia ha trovato un valido contendente al titolo WRC 2 dopo l’exploit di pochi anni fa di Simone Tempestini che però, come tutti sanno, corre con licenza rumena. L’Italia brilla anche con Manuel Villa e Daniele Michi, sedicesimi assoluti con una Ford Fiesta RS Wrc.

Manuel Villa e Daniele Michi sono sedicesimi assoluti con una Ford Fiesta RS Wrc (Foto Stefano Romeo)

Manuel Villa e Daniele Michi sono sedicesimi assoluti con una Ford Fiesta RS Wrc (Foto Stefano Romeo)

Per loro davvero una grande gara così come per Andrea Nucita che con l’Abarth 124 Rally riesce addirittura a conseguire il quarto tempo nella difficilissima nona prova speciale di Agnières en Dévoluy – Corps. Purtroppo un problema elettrico sulla seconda ripetizione di questa speciale finisce per eliminare dai giochi l’ottimo siciliano, reduce da una stagione di alti e bassi nel Campionato Italiano. Con l’Abarth però Nucita ha tirato fuori gli artigli e questo 2019 potrebbe rivelarsi ricco di soddisfazioni.

Nella WRC 3 in evidenza il nostro Enrico Brazzoli che vince con la Peugeot 208 R2B

Nella WRC 3 in evidenza il nostro Enrico Brazzoli che vince con la Peugeot 208 R2B (Foto Stefano Romeo)

Ferma per noie al turbo anche l’Abarth 124 del francese Nicolas Ciamin lasciando la RGT Cup, che disputerà cinque gare tra Mondiale, Europeo -con il Rally di Roma Capitale- ed il Rallye du Valais. Nella WRC 3 in evidenza il nostro Enrico Brazzoli che vince con la Peugeot 208 R2B. Per Brazzoli anche il ventesimo posto assoluto. Sempre su Peugeot 208 R2B Carlo Covi e Carlo Campesan terminano quarantatreesimi dopo una serie di problemi tecnici, chiude purtroppo la classifica con un quarantasettesimo posto assoluto Andrea Coti Zelati affiancato da Giovanni Barbaro con la Citroen DS3 R3T Max.

Con la Peugeot 208 R2B Carlo Covi e Carlo Campesan terminano quarantatreesimi (Foto Stefano Romeo)

Con la Peugeot 208 R2B Carlo Covi e Carlo Campesan terminano quarantatreesimi (Foto Stefano Romeo)

Un problema meccanico nelle prime battute di gara lo fa precipitare in classifica e poi Coti Zelati, nonostante una guida egregia, non riesce più a recuperare. La Citroen C2 R2 Max di Jonathan e Roland Villy, giunta penultima, precede l’italiano di dieci minuti. Archiviata l’edizione del rally più amato del mondo, i team si preparano per il Rally di Svezia tra poche settimane. Sulla neve delle foreste scandinave si ripartirà con una certezza: Ogier rimane ancora l’uomo da battere.

La mente torna al glorioso passato nei rally quando si vede transitare la Subaru Impreza WRX Sti nella veste di apripista (Foto Stefano Romeo)

La mente torna al glorioso passato nei rally quando si vede transitare la Subaru Impreza WRX Sti nella veste di apripista (Foto Stefano Romeo)

Condividilo con:


Articoli simili:

Rally di Montecarlo vince Ogier ma che fatica Sebastien Ogier e Julien Ingrassia si aggiudicano il Rally di Montecarlo (Photo4) Con il Rally di Montecarlo, riparte così come si era concluso il W...
Rally Monte Carlo, è Fiesta con Ogier Sebastien Ogier e Julien Ingrassia iniziano il Mondiale Rally 2017 nello stesso modo in cui avevano chiuso quello 2016, con la vittoria del Rally Mont...
Monza Rally Show: Rossi suona la quinta Valentino Rossi scrive per la quinta volta il suo nome nell’albo d’oro del Monza Rally Show, il tradizionale evento che chiude la stagione sportiva de...
Ronde Valtiberina: Della Casa emerge nel fango di ... I vincitori della Ronde Valtiberina: Federico Della Casa e Domenico Pozzi Vittoria elvetica alla Ronde Valtiberina che riprende il cammino del Raced...