WSSP Phillip Island, la spunta Roberto Rolfo d’un soffio

Parte subito per il verso giusto per i colori italiani la stagione 2017 del WSSPCampionato Mondiale Supersport. A Philipp Island il successo arride al veterano piemontese Roberto Rolfo, con la MV Agusta F3-675 del Team Factory Vamag. La corsa si rivela zeppa di colpi di scena a cominciare dal violento incidente innescato da Robin Mulhauser dopo poche curve. Per soccorrere il pilota Honda viene esposta la bandiera rossa. Questo permette a Gino Rea, rimasto coinvolto nell’incidente con la sua Kawasaki ZX-6 R, di prendere il secondo via. La sospensione salva anche Alex Baldolini finito subito a terra con la propria MV Agusta. La seconda partenza vede quattro concorrenti protagonisti per la vittoria: l’Italia è ben rappresentata da Rolfo e Federico Caricasulo, mentre gli altri due sono francesi, per la precisione Lucas Mahias su Yamaha e Jules Cluzel su Honda. Alle loro spalle si mette in mostra un altro veterano del mondo delle due ruote, l’australiano Anthony West che scende in pista con una Yamaha YZF R6 schierata dal suo team personale. La fortuna gioca a favore di West nel corso del penultimo giro, con la collisione che toglie di gara Cluzel e Caricasulo promuovendo l’australiano in terza posizione. Rolfo e Mahias continuano a sgomitare e si arriva alla bandiera a scacchi che premia il nostro binomio con il vantaggio più risicato, appena un millesimo! Mahias mastica amaro ma porta a casa i punti sempre importanti della seconda posizione.

Il podio del WSSP a Phillip Island
Il podio del WSSP a Phillip Island con Rolfo, Mahias e West

Alle spalle dell’acclamatissimo West chiude Kyle Ryde, al manubrio di una Kawasaki ZX-6 R schierata dalla Puccetti Racing, mentre quinta posizione per un binomio tutto finlandese formato da Niki Tuuli e dalla Yamaha YZF R6 curata dalla Kallio Racing. Non va bene la corsa australiana per l’americano PJ Jacobsen. Dopo che la meccanica della sua MV Agusta lo appieda nella prima brevissima parte di gara fermata con la bandiera rossa, nella seconda frazione compie una divagazione che lo fa chiudere solamente sesto, davanti alla Honda di Aiden Wagner e alla Kawasaki di Kazuki Watanabe. Non meno sofferte le prove di Baldolini, che alla fine ottiene soltanto il tredicesimo posto finale, e di Gino Rea poi definitivamente costretto al ritiro. Un disastro la giornata delle Triumph della Profile Racing con gli inglesi Stefan Hill e Luke Stapleford entrambi finiti in terra. Prima ancora della gara giunge la notizia del forfait del turco Kenan Sofuoglu, l’infortunio patito poco prima dell’inizio della stagione lo costringerà a saltare anche la gara di Buriram in programma il prossimo 12 Marzo.

Classifica di Gara

WSSP-Phillip-Island-Gara

Classifica di Campionato

WSSP-Phillip-Island-Campionato

1 commento

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui