WSSP, anche ad Aragon doppia firma di Locatelli

La supremazia di Andrea Locatelli nel WSSP appare ferrea. Il pilota di Bardahl Evan Brothers impone la sua Yamaha YZF R6 in entrambe le manche anche al Motorland Aragon ed ora vanta quarantacinque punti di vantaggio sul francese Jules Cluzel che, con la Yamaha YZF R6 della GMT 94, fa quello che può per contenere i danni. Nella prima manche primissimo battistrada è Lucas Mahias con la Kawasaki ZX-6R di Puccetti, ma dopo un solo giro Cluzel lo brucia; alle loro spalle risale però Locatelli che passa in testa al terzo giro per poi rimanervi fino alla bandiera a scacchi. Cluzel tiene botta e chiude secondo mentre Mahias retrocede fino al quinto posto. Il team Puccetti conquista comunque un posto sul podio con la Kawasaki ZX-6R di Philipp Oettl, che regola in modo abbastanza netta la MV Agusta F3 675 di Raffaele De Rosa.

WSSP-2020-Aragon-Podio1
Podio di gara 1

Le Yamaha monopolizzano gran parte della Top Ten del Campionato Mondiale Supersport, ma delude Isaac Vinales che con la YZF R6 di Kallio Racing è solo settimo, dietro il sudafricano Steven Odendaal. Anche Corentin Perolari, di solito abbastanza incisivo in questo inizio stagione, sfigura chiudendo decimo alle spalle del veterano Danny Webb. Unico altro italiano in zona punti è Federico Fuligni con la seconda MV Agusta ufficiale, dodicesimo davanti alla Kawasaki ZX-6R del turco Can Oncu ed alla Yamaha YZF R6 di Maria Herrera, altro ottimo prodotto della scuola “rosa” iberica dopo Ana Carrasco. Fuori dai punti Axel Bassani, diciottesimo con la Yamaha YZF R6 di Boradis Yamaha Motoxracing, e Luigi Montella ventunesimo con la Yamaha della DK Motorsport. Caduta e successivo rientro ai box per la Kawasaki ZX-6R di Stefano Valtulini.

WSSP-2020-Aragon-Podio2
Podio di gara 1

In seconda manche Locatelli domina “alla Rea” comandando le operazioni da semaforo a bandiera. Per il secondo posto c’è più bagarre con Cluzel che fatica molto per contenere De Rosa e Mahias, classificatisi nell’ordine. Quinto Oettl dopo una gara meno incisiva della precedente, mentre deludono ancora Vinales e Perolari che sono rispettivamente sesto e settimo, precedendo Odendaal e Webb. Anche in questa manche Fuligni è l’unico italiano oltre a Locatelli e De Rosa a completare nella zona punti, ancora dodicesimo ed ancora davanti a Can Oncu. Va vicinissimo all’ambita quindicesima posizione Valtulini preceduto da Hikari Okubo con la Honda CBR 600 RR di Dynavolt. Cade dopo poche curve Bassani mentre Montella è ventiduesimo ed ultimo. Prossimo round del WSSP tra soli sette giorni ancora al Motorland Aragon.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui