WSBK, nel Teruel Round fuga di Rea nel weekend di Rinaldi

Jonathan Rea sembra avviato verso la fuga decisiva verso l’ennesima conferma del titolo WSBK. Il Teruel Round vede l’inglese artigliare un secondo posto ed una vittoria, mentre Scott Redding con la Ducati Panigale V4 R ufficiale perde punti preziosissimi in prima manche cadendo. E dire che la prima gara regala comunque grandi emozioni agli appassionati italiani, con la prima vittoria dell’Indipendente Michael Ruben Rinaldi con la Ducati Panigale V4 R di Barni Racing. Una vittoria ottenuta sempre al comando della corsa, arginando perfettamente Rea che, dopo la caduta di Redding, non si danna particolarmente l’anima.

WSBK-2020-Teruel-Rea
Un primo e un secondo posto come per Rinaldi anche per Jonathan Rea con la Kawasaki ufficiale

Al terzo posto la seconda Ducati ufficiale pilotata da un buon Chaz Davies, che contiene le Yamaha YZF R1 ufficiali di Michael Van der Mark e di Toprak Razgatlioglu. Poteva forse fare meglio Alex Lowes con la seconda Kawasaki ZX-10 RR ufficiale, solo sesto davanti alla Honda CBR 1000 RR di Leon Haslam che resiste agli attacchi della Bmw S1000 RR di Eugene Laverty e della Yamaha YZF R1 di Federico Caricasulo, che intasca il secondo posto tra gli Indipendenti precedendo anche la seconda Bmw ufficiale di Tom Sykes.

WSBK-2020-Teruel-Davies
Terza piazza in gara 1 per la seconda Ducati ufficiale di Chaz Davies che dovrà ritirarsi nella manche finale

Il podio degli Indipendenti lo completa il compagno di team di Caricasulo, Garrett Gerloff con la seconda Yamaha YZF R1 della GRT, tenendo alle spalle la Yamaha YZF R1 Ten Kate di Loris Baz e la Kawasaki ZX-10 RR Puccetti di Xavi Fores. Due punti per l’esordiente Matteo Ferrari con la Ducati Panigale V4 R di Motocorsa, mentre Marco Melandri entra nella lista dei ritiri per problemi tecnici dopo soli sei giri con la seconda Ducati di Barni Racing; identica sorte anche per la Ducati del francese Sylvain Barrier della Brixx Performance.

WSBK-2020-Teruel-Haslam
Un quarto e un settimo piazzamento è il bottino della Honda CBR 1000 RR di Leon Haslam

Oltre a Redding, a terra anche la Honda ufficiale di Alvaro Bautista. Redding si riscatta vincendo la Superpole Race davanti a Rea e Rinaldi che si conferma ad alti livelli, ma si tratta di un fuoco di paglia. La seconda manche vede l’iniziale supremazia di Redding che comanda per i primi cinque giri, ma al sesto ritorna al comando Rinaldi. Intanto Davies saluta il gruppo cadendo. Il sogno di una doppietta italiana dura nove giri, dopodiché Rea impone la sua legge, va in testa e ci rimane fino alla bandiera a scacchi precedendo Rinaldi e Redding.

WSBK-2020-Teruel-Redding
Scott Redding con la Ducati Panigale V4 R ufficiale perde punti preziosissimi cadendo nella prima manche recuperando con il terzo posto di gara 2

Ora, l’inglese della Kawasaki vanta trentasei punti di vantaggio nella classifica del Campionato Mondiale Superbike nei confronti del connazionale della Ducati. La seconda manche del Teruel Round registra il riscatto di Haslam che con la Honda ufficiale chiude quarto; era da tempo che il figlio del mitico Ron e la casa giapponese non arrivavano tanto in alto. Lowes è quinto tenendo alle spalle le Yamaha ufficiali di Van der Mark e Razgatlioglu; il turco, malgrado la cattiva performance, si mantiene al terzo posto in classifica di campionato.

WSBK-2020-Teruel-Sykes
Una decima piazza e un ritiro per Tom Sykes con la Bmw ufficiale

Podio degli Indipendenti completato dalle Yamaha YZF R1 di Baz e Caricasulo, che ha la meglio nel duello “fratricida” col compagno di team Gerloff. La pattuglia italiana raccoglie punti anche con Melandri dodicesimo e con Ferrari che si conferma quattordicesimo precedendo la Kawasaki Outdo di Roman Ramos. Diversi i ritirati: Sykes rientra ai box prima del via, mentre Bautista scivola di nuovo, riparte attardatissimo per poi tornare in pit-lane.

WSBK-2020-Teruel-Razgatlioglu
Weekend non troppo felice per Toprak Razgatlioglu che sperava in posizioni di maggiore riguardo

Anche Barrier alle prese con una Ducati poco competitiva è costretto al ritorno ai box. Per il WSBK inizia già il rush finale e tra due settimane ci sarà il Catalunya Round, gara forse determinante per capire l’evoluzione del confronto Rea-Redding.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui