WRC, colpo grosso per Ogier al Rally del Messico

Il virus che ormai ha messo in ginocchio quasi l’intero pianeta, finisce per danneggiare anche il Rally del Messico 2020 -terza tappa del WRC-, anche se indirettamente. Nel paese nordamericano la situazione è ancora tranquilla, ma il governo inizia ad approntare proprio nel weekend una serie di misure restrittive sui viaggiatori provenienti dall’Europa. Per evitare che gli equipaggi del WRC restino bloccati in Messico, gli organizzatori sono costretti quindi a cancellare l’intero programma della tappa di domenica. Buon per Sebastien Ogier e Julien Ingrassia che con la Toyota Yaris WRC fanno bottino pieno, vincendo con merito e portandosi al comando della classifica di Campionato. Ogier capitalizza il weekend “negativo” di Elfyn Evans e Martin Scott che terminano solo quarti e retrocedono secondi in classifica con un ritardo di otto punti.

Il podio del Rally del Messico con Sebastien Ogier, Ott Tanak e Teemu Suninen
Il podio del Rally del Messico con Sebastien Ogier, Ott Tanak e Teemu Suninen

Per Ogier anche la soddisfazione di avere “contenuto” il rabbioso ritorno di Ott Tanak e Martin Jarveoja con la migliore Hyundai i20 Coupé WRC. L’estone termina secondo ma si morde le dita per il tempo perso il venerdì con un’uscita costatagli tempo prezioso ed anche qualche danno ad una sospensione. Tanak recupera punti preziosi, ma in classifica di campionato è solo quinto, complice lo schianto di Monte-Carlo. Grande gara per le Ford Fiesta WRC della M-Sport, ma per Esa-Pekka Lappi la corsa è compromessa da un principio d’incendio nella settima speciale, che finisce per calcinargli la macchina subito dopo il punto-stop. A salvare l’onore della casa dell’Ovale Blu troviamo Teemu Suninen e Janne Lehtinen che terminano terzi, davanti a Evans ed alla terza Toyota Yaris WRC di Kalle Rovanpera e Jonne Halttunen.

Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Hyundai i20 Coupé WRC conquistano il secondo gradino del podio
Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Hyundai i20 Coupé WRC conquistano il secondo gradino del podio

Al sesto posto un grande Pontus Tidemand che con la Skoda Fabia Evo R5 fa bottino pieno in WRC 2, recuperando punti preziosi sull’assente Mads Ostberg che comunque resta leader di campionato. Bene anche Nikolay Gryazin con la Hyundai i20 R5, secondo in WRC 2 e settimo assoluto. Si morde al contrario le dita Ole-Kristian Veiby con la Hyundai i20 R5 semi-ufficiale: per lui solo decimo posto assoluto e “bronzo” tra i WRC 2. Davanti a Veiby chiude la Ford Fiesta WRC di Gus Greensmith, penalizzata a metà gara da problemi tecnici. In WRC 3 dominio dei piloti sudamericani complici i problemi occorsi a Kajetan Kajetanowicz. Festa grande per Marquito Bulacia Wilkinson vincente sulla Citroen C3 R5 e ottavo assoluto. A navigare il boliviano, più volte protagonista del Campionato Italiano Rally Terra, c’è il nostro Giovanni Bernacchini.

Medaglia di bronzo per Teemu Suninen e Janne Lehtinen con la Ford Fiesta WRC
Medaglia di bronzo per Teemu Suninen e Janne Lehtinen con la Ford Fiesta WRC

Due Skoda Fabia R5 completano il podio di classe, pilotate dal cileno Emilio Fernandez e dal messicano Ricardo Trivino, molto apprezzato dal pubblico locale. Oltre a Lappi, nell’elenco dei ritirati finiscono anche Dani Sordo con la Hyundai i20 Coupé WRC ed il gettonatissimo Ken Block con la propria Ford Escort Cosworth auto-preparata. Entrambi sono stoppati da problemi al motore. Il radiatore ferma purtroppo la corsa dell’unico binomio italiano al via formato da Gianluca Linari e Nicola Arena su Ford Fiesta R5. Per loro stop all’inizio dell’ultima tappa “effettiva”. Solo ventuno gli equipaggi giunti al traguardo, con ben quattordici vetture fuori combattimento. Con l’esclusione di Lappi, per tutti il ritiro è dettato da problemi meccanici. Con il Rally d’Argentina rinviato per misura precauzionale sempre a causa del Covid-19 -non è escluso che possa essere reinserito addirittura come prova finale di campionato- la prossima gara di campionato sarà il Rally del Portogallo l’ultimo weekend di Maggio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui