TCR Italy, Pellegrini e Wimmer nel giro di boa al Mugello

Il Mugello Circuit ospita l’ultima gara della serie “sprint” TCR Italy prima della pausa estiva e già nella prima gara non mancano le emozioni.

La manche inaugurale viene vinta da Marco Pellegrini Anatrella con la Hyundai i30 TCR della Target Competition di Walter Gummerer.

Pellegrini resiste agli assalti dello squadrone Seat Sport Italia con Salvatore Tavano secondo e Matteo Greco terzo.

Marco Pellegrini Anatrella con la Hyundai i30 TCR porta a casa il miglior risultato in gara 1

Fa scalpore il bel quarto posto del giovanissimo Jacopo Guidetti con l’Audi RS3 LMS di BF Motorsport davanti all’ottimo Felix Wimmer con la Cupra TCR ripristinata dopo l’incidente di Imola.

In classe DSG è primo Eric Scalvini ma anche Giovanni Altoè si fa notare a lungo nelle prime posizioni con la Volkswagen Golf GTI della Proteam Motorsport, prima di retrocedere all’undicesimo posto assoluto.

Bel quarto posto del giovanissimo Jacopo Guidetti con l’Audi RS3 LMS

Conserva comunque il secondo posto di classe DSG davanti alla Cupra TCR di Christian Voithofer.

Bella rimonta per Enrico Bettera che con l’Audi RS3 LMS risale dal fondo chiudendo settimo davanti all’esordiente Denis Grigoriev, al volante di una Honda Civic TCR ex-Nannini Racing ora di proprietà della BD Racing, ed all’Alfa Romeo Giulietta di Max Mugelli.

Nella prima manche, in classe DSG è primo Eric Scalvini

Chiude la Top Ten assoluta la Honda Civic TCR FK7 di Kevin Giacon. Nella prima fase di gara molti i piloti in difficoltà con Damiano Reduzzi costretto allo stop con la Hyundai i30 TCR ex-BRC Racing ora curata da Trico; Matteo Bergonzini è costretto ai box con la Cupra TCR DSG di BF Motorsport così come Davide Nardilli con l’anteriore destra della sua Honda Civic TCR forata.

Lo stesso pilota pugliese non riesce poi a prendere il via della seconda manche per un problema all’anteriore della vettura curata da MM Motorsport.

Sempre in prima manche chiude la Top Ten assoluta la Honda Civic TCR FK7 di Kevin Giacon

Felix Wimmer approfitta dell’ottima posizione in griglia per portarsi subito in vetta e distanziare gli avversari.

Anche stavolta le Cupra ufficiali sono costrette a seguire con Pellegrini Anatrella secondo con la propria Hyundai i30 TCR davanti a Tavano, Greco e Scalvini.

Nelle retrovie Giacon e Reduzzi entrano in collisione ed il veneto si gira nell’erba ripartendo in fondo al gruppo per poi tornare ai box e ritirarsi.

Felix Wimmer approfitta dell’ottima posizione in griglia per portarsi subito in vetta e viaggiare indisturbato verso la vittoria di gara 2.

Anche Bettera non se la passa bene e dopo metà gara si insabbia al Correntaio perdendo punti preziosissimi in ottica titolo.

Il cambio nel frattempo ha già tradito l’Alfa Romeo Giulietta del gettonato pilota locale Max Mugelli fermatosi alla Poggio Secco.

Wimmer intanto allunga sugli avversari ed ottiene la prima vittoria nella serie TCR Italy.

Pellegrini e Tavano completano il podio e per loro è festa grande, sono entrambi nuovi leader del Campionato TCR Italy a pari merito con 97 punti.

Matteo Bergonzini non brilla particolarmente al Mugello e a una disastrosa prima manche recupera successivamente

Quarto Greco che è a sua volta in lizza per il titolo. In classe DSG Scalvini vince e riduce le distanze su Bergonzini che è secondo di classe davanti alla Golf GTI Proteam stavolta guidata da Max Milli.

Il toscano non ha molti problemi a contenere Peter Gross, Gunther Benninger e Christian Voithofer per il bronzo in DSG.

Weekend da dimenticare per Damiano Reduzzi con la Hyundai i30

Tra i russi in gara sfortuna per Klim Gavrilov insabbiatosi all’ultimo giro con l’Audi RS3 LMS, mentre Denis Grigoriev è ottimo sesto con la sua Honda Civic davanti a Reduzzi autore di una bella rimonta.

Prossima gara di campionato il 1 Settembre ad Imola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui