TCR Italy: a Vallelunga staffetta Brigliadori-Ceccon

Il round di Vallelunga del TCR Italy registra un’insolita riduzione della griglia di partenza dopo le ottime griglie palesate nella prima parte di Campionato. Sono solo diciannove le auto al via, un numero comunque dignitoso; certamente la partenza della stagione del TCR Europe ha un ruolo nella riduzione dei partecipanti sulla pista romana. I concorrenti non si demoralizzano e sfornano due gare molto combattute e spettacolari. In prima manche Eric Brigliadori scatta bene con l’Audi RS3 LMS davanti alla Cupra Leon di Salvatore Tavano, mentre all’uscita del Curvone toccata tra le Leon di Federico Paolino e Raffaele Gurrieri, con il piemontese autore di una rischiosa digressione nella sabbia fortunatamente controllata ed il siciliano che si gira in mezzo alla pista, senza essere centrato ma riportando danni che lo costringono allo stop.

TCR-Italy-2021-Vallelunga-podio_babuin_di_mare_fantilli
Il podio DSG di gara 1 con Denis Babuin, Denis Di Mare e Giorgio Fantilli

Entra la Safety Car per alcuni giri; al nuovo via, lotta di titani dell’est ai Cimini tra la Cupra Leon di Evgenii Leonov e la Hyundai i30 N TCR del macedone Igor Stefanovski. Tra le due auto si sfiora la collisione e Leonov va largo nella via di fuga. Intanto l’estone Ruben Volt dopo una sosta ai box rimonta rabbiosamente dal fondo con la Honda Civic FK7, superando l’ottimo Sabatino Di Mare con la Cupra DSG al Tornantino. Nel frattempo però il suo compagno di team Matthias Vahtel va lungo all’ingresso della Cimini per un cedimento alla ruota anteriore sinistra, ritirandosi; non passa molto tempo che alla Curva Roma si insabbia la Volkswagen Golf Gti di Marco Butti. Tutti episodi che non turbano la cavalcata in vetta di Brigliadori, vincitore per distacco ai danni della Cupra Leon di Tavano. Ben quattro le Hyundai i30 N TCR che concludono alle spalle del pluri-campione siciliano con Antti Buri della Target Competition a completare il podio ai danni di Kevin Ceccon, Nico Baldan e Stefanovski.

TCR-Italy-2021-Vallelunga-podio_race_2_ceccon_buri_tavano
Il podio assoluto di gara 2 del TCR Italy a Vallelunga con Kevin Ceccon, Antii Buri e Salvatore Tavano

Tra le DSG, il polivalente Denis Babuin trionfa con la Leon di Bolza Racing, dimostrando che la partecipazione alla gara ATCC a Vallelunga di due settimane prima è stata utile; secondo posto di classe per Di Mare e terzo per il romano Giorgio Fantilli. In seconda manche scattano bene le Honda Civic di Volt e Vahtel con quest’ultimo che si invola al comando. All’uscita della Cimini digressioni nella ghiaia per Stefanovski e quindi anche per Di Mare che spiattella le gomme ed è obbligato a fermarsi. La lotta è accanita e al Tornantino la Hyundai i30 N TCR di Buri tocca la Cupra Leon di Michele Imberti. Verso metà gara arriva una “Caporetto” per la ALM: Volt perde terreno dopo avere subito il sorpasso alla Campagnano per mano di Ceccon, Vahtel al Curvone lascia spazio a Buri e quindi torna ai box. Dopodiché safety car per l’insabbiamento di Stefanovski. Al nuovo via si inasprisce la lotta tra Imberti, Brigliadori e Baldan. Sarà quest’ultimo a spuntarla nella lotta con Brigliadori.

TCR-Italy-2021-Vallelunga-podio_race2_babuin_butti_fantilli
Podio DSG di gara 2 con Denis Babuin, Marco Butti e Giorgio Fantilli

Nel finale di gara Ceccon attacca Buri e passa al comando, vincendo davanti ad un trenino capitanato dallo stesso finlandese e da Tavano che resta pienamente in lizza per il titolo. Colpo di scena finale con una penalità che retrocede Baldan quinto riportando Brigliadori jr ai piedi del podio; sesto posto per Imberti davanti ad un inossidabile Riccardo Romagnoli, ottimo con la Cupra Leon della Proteam di Valmiro Presenzini. Tra le DSG, con Di Mare subito KO, è Babuin a vincere ma Butti si rivela estremamente ostico. Per Fantilli arriva un altro ottimo podio sulla pista di casa. Sfortunata gara 2 per Daniele Cappellari con la Volkswagen Golf GTI autogestita: è solo sedicesimo ed ultimo dei piloti passati sotto la bandiera a scacchi. Il TCR Italy continua una marcia a tappe forzate e l’ultimo weekend di luglio scenderà in campo ad Imola, a fianco del GT Open e di alcuni Campionati Aci Sport.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui