CIVM, a Magliona un Alpe del Nevegal dimezzato dalla nebbia

Dopo avere già colpito la Luzzi-Sambucina il maltempo la fa da padrona anche alla Salita Alpe del Nevegal, terza prova del CIVM. La nebbia inizia a calare a metà della prima salita di gara costringendo ad una lunga interruzione fino al pomeriggio. Quando si riesce a riprendere la corsa è però molto tardi e si riesce quindi a portare a termine solo la prima manche. Il successo va alla Osella Pa2000 E2 SC 2000 di Omar Magliona, con un margine di oltre tre secondi e mezzo sull’identica vettura di Luca Caruso. Entrambi beneficiano dei problemi tecnici che fermano la Lola Formula 3000 di Denny Zardo e della toccata di Michele Fattorini con la Osella FA30, unico incidente di gara.

Luca Caruso si piazza sul secondo gradino del podio

Questi particolari consentono ad un eccezionale Federico Liber di artigliare il terzo posto assoluto con la Gloria C8P Evo E2SS 2000. Liber aggiunge un nuovo grande risultato ad una carriera straordinaria che lo ha visto conseguire molti successi assoluti nel Nord Est ed anche in Croazia e Slovenia. Quarto posto per Luca Fazzino, volto nuovo del CIVM, che fa volare in alto la Osella Pa21 JRB E2SC 2000 e precede l’Osella Pa2000 Evo del sardo Emanuele Farris, quarto in E2SC 2000. Molto bene fa anche Franz Caruso con la Radical E2SC 2000, per lui sesto posto assoluto e quinto in E2SC 2000 ai danni di Giuseppe Vacca con la Osella Pa2000.

Mauro Soretti con la Subaru Impreza STi vince in E2 Silhouette

In queste condizioni si esalta anche Lucio Peruggini che, al volante della Lamborghini Huracan, è ottavo assoluto e sbanca la Gran Turismo sconfiggendo un grande Luca Gaetani con la Ferrari 458 GT3. Il veneto è decimo assoluto, dietro l’Osella Pa21 JRB di Achille Lombardi che vince la E2SC 1400. Famiglia Iaquinta sugli scudi su più fronti: mentre Simone sbanca la Porsche Carrera Cup Italia a Misano Adriatico, Rosario Iaquinta vince il Gruppo CN al Nevegal finendo dodicesimo assoluto sull’Osella Pa21 CN 2000.

Terzo posto assoluto per Federico Liber con la Gloria C8P Evo E2SS 2000

In E2 Silhouette ci si aspettava un confronto agguerrito tra Fulvio Giuliani con la Lancia Delta Evo, Marco Gramenzi con la MG AR 4C e Mauro Soretti con la Subaru Impreza. Però a causa delle precarie condizioni meteo i primi due non partono e Soretti vince a mani basse ai danni della Lotus Exige Cup di Michele Ghirardo e della nuova, potente Ford Escort Cosworth Proto di Silvio Longhi con cui sostituisce la Ford Mondeo Superturismo impiegata fino allo scorso Aprile. In E1 Italia trionfo per il pugliese Andrea Palazzo sulla Peugeot 308 Cup 3000 davanti al bravo piemontese Giovanni Regis con la Peugeot 106 E1 1600.

In E1 Italia trionfo per il pugliese Andrea Palazzo sulla Peugeot 308 Cup 3000

Terzo il vincitore della E1 2000 Andrea De Stefani su Renault Clio Williams davanti all’orvietano Daniele Pelorosso con la Renault Clio RS Proto. Spicca il debutto di Erwin Pichler sulla Bmw 320 WTCC, per lui sesto posto di gruppo dietro la Renault New Clio RS di Paolo Parlato. Molto stringato il Gruppo A con solo cinque partenti tutti al traguardo e vittoria di Rudi Bicciato su Mitsubishi Lancer Oltre 3000 davanti alla Ford Fiesta R5 di Sandro Casanova ed alla Renault New Clio RS di Ivano Cenedese primo in A2000.

Andrea De Stefani su Renault Clio Williams vince la E1 2000

In Gruppo N identica penuria di partecipanti e solo quattro sono le vetture al traguardo col trionfo di Lorenzo Mercati su Mitsubishi Lancer Evo IX davanti alla Peugeot 106 Rally del locale Fabrizio Vettorel corsaro in N1600 ai danni della Citroen Saxo Vts di Rocco Errichetti e della Peugeot 106 di Elia Favaro. In Racing Start successo per Giovanni Loffredo con la Mini Cooper JCW RSD 2.0 davanti alla Mini Cooper JCW RSTB 1.6 di Giovanni Angelini ed alla Honda Integra Type-R di Fabio Zanette protagonista in RS 2.0.

Lorenzo Mercati su Mitsubishi Lancer Evo IX vince in Gruppo N

Ai piedi del podio di classe il pugliese Angelo Loconte con la Mini Cooper JCW RSTB 1.6 che precede il poliziotto di Angri Francesco Paolo Cicalese, secondo in RS 2.0 con la Honda Civic. In Racing Start Plus tripletta Mini Cooper S con Vito Tagliente davanti ad Isidoro Alastra e Giuseppe Cardetti. Anche Giacomo Liuzzi, quarto di gruppo, guida una Mini Cooper S. A spezzare il monopolio è il piemontese Gianluca Grossi che con la Renault Clio Cup ex-Luca Zuurbier è primo in RS 2.0 Plus. In RS Cup spicca il successo di Roberto Libè, ex-protagonista del CITE.

Vittorio Bommartini con la Honda Civic Ek4 è diciassettesimo assoluto e terzo in RS Plus 1.6

Il lodigiano impiega la Renault Clio RS già impiegata al Costo e nella tappa di Franciacorta del Trofeo Super Cup. Si rivede in gara anche il veterano Vittorio Bommartini che con la Honda Civic Ek4 è diciassettesimo assoluto e terzo in RS Plus 1.6 dietro a Paolo Tomasi su Honda Civic Ek4 ed al giovane Daniele Filippetti su Citroen Saxo Vts. In Produzione Evo solito dominio dei locali con vittoria della Bmw M3 di Kevin Lechner ai danni della Fiat Uno Turbo IE di Leonardo Cesaro e della Renault Clio Williams Lucio Talamini.

In Racing Start successo per Giovanni Loffredo con la Mini Cooper JCW RSD 2.0

In Produzione S altro successo dei piloti locali con la Renault Clio Williams di Massimo Cerri che doma l’immortale Renault 5 GT Turbo di Igor De March e la Peugeot 106 di Andrea Crivellaro, più staccate le Honda Civic di Marco Cappello e Remo De Bastiani. E per finire un cenno per le Autostoriche con Michele Massaro vincente sulla Bmw M3 E30. Sull’umido riesce a sconfiggere clamorosamente la Porsche 930 di Massimo Ronconi, specialista delle gare Youngtimer in circuito, e l’Osella Pa9/90 di Adolfo Bottura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui