WSSP, nuova delusione per Caricasulo in Argentina

Nuovo possibile “match-ball” sprecato per Federico Caricasulo nel WSSP che torna in campo a San Juan in Argentina dopo l’elettrizzante prova di Magny Cours. Il portacolori della Bardahl Evan Brothers conclude appena quinto e riesce a rosicchiare solo qualche punticino al compagno di team Randy Krummenacher, appena settimo.

Lucas Mahias conclude secondo con la Kawasaki ZX-6R di Puccetti
Lucas Mahias conclude secondo con la Kawasaki ZX-6R di Puccetti

Ora con un solo round da disputare sono otto le lunghezze che separano “Carica” dall’elvetico nella corsa al titolo. Il round argentino rilancia nella lotta per il titolo Jules Cluzel che vince con la Yamaha YZF R6 di GMT 94 e riduce a ventidue le lunghezze di ritardo su Krummenacher. Le chance del transalpino di conquistare il titolo sono molto sottili ma Cluzel tenterà certamente il tutto per tutto a Losail.

Il podio della WSSP a San Juan in Argentina con Jules Cluzel, Lucas Mahias e Isaac Vinales
Il podio della WSSP a San Juan in Argentina con Jules Cluzel, Lucas Mahias e Isaac Vinales

Per la Francia nuovo weekend di gloria, visto che Lucas Mahias conclude secondo con la Kawasaki ZX-6R di Puccetti. Un piazzamento che consente a Mahias di isolarsi al quarto posto in classifica del Campionato Mondiale Supersport, con tanti rimpianti. Anche in Argentina le Yamaha YZF R6, con Isaac Vinales terzo a completare il podio, fanno la voce grossa, piazzando quattro piloti nelle prime cinque posizioni.

Isaac Vinales passa terzo sotto la bandiera a scacchi e completa il podio della WSSP in Argentina
Isaac Vinales passa terzo sotto la bandiera a scacchi e completa il podio della WSSP in Argentina

Quarto posto per Corentin Perolari in crescita sulla seconda Yamaha della GMT 94. Il francese si dimostra ottimo gregario: dapprima occupa per un solo giro la leadership grazie ad un’ottima partenza, poi contiene gagliardamente Caricasulo fin sotto la bandiera a scacchi, consentendo così al compagno di team Cluzel di recuperare punti preziosi sui concorrenti della Bardahl Evan Brothers.

Appena settimo Randy Krummenacher che così rallenta la corsa al titolo
Appena settimo Randy Krummenacher che così rallenta la corsa al titolo

Buona prova anche per la MV Agusta F3 675 di Raffaele De Rosa, che termina al sesto posto davanti alle Yamaha di Krummenacher e Thomas Gradinger. La Top Ten la completano le Kawasaki ZX-10 RR che Pedercini schiera per Kyle Smith, fresco di titolo europeo, e Ayrton Badovini che non replica l’ottima gara di Magny Cours.

Quarto posto per Corentin Perolari in crescita sulla seconda Yamaha della GMT 94
Quarto posto per Corentin Perolari in crescita sulla seconda Yamaha della GMT 94

Honda allo sbando con Peter Sebestyen migliore pilota al traguardo della casa giapponese, all’undicesimo posto. La pista argentina risulta “indigesta” anche per Hikari Okubo: mentre Mahias sale con merito sul podio, il nipponico di Puccetti è solo dodicesimo davanti alla Honda CBR 600 RR di Christian Stange.

Ayrton Badovini non replica l’ottima gara di Magny Cours e chiude al decimo posto
Ayrton Badovini non replica l’ottima gara di Magny Cours e chiude al decimo posto

Quattordicesimo Loris Cresson con la terza Yamaha YZF R6 di Kallio Racing mentre la zona punti la completa l’estone Hannes Soomer in un mesto confronto “tutto Honda” che lo oppone a Jules Danilo della CIA Landlord Insurance ed all’olandese Jaimie Van Sikkelerus. Tre gli italiani fuori dalla zona punti. Al ventesimo posto chiude Alessio Coppola con la Yamaha YZF R6 del Team Toth.

Federico Caricasulo non coglie al volo l'opportunità argentina e con il quinto posto rosicchia qualche punto al compagno di squadra nella corsa al titolo
Federico Caricasulo non coglie al volo l’opportunità argentina e con il quinto posto rosicchia qualche punto al compagno di squadra nella corsa al titolo

Ventiduesimo, dietro la Kawasaki dell’olandese Rob Hartog, termina Federico Fuligni ancora acciaccato dopo la carambola di Magny Cours ed alle prese con problemi di messa a punto alla sua MV Agusta F3 675. Dopo di lui chiude il veloce Gianluca Sconza con la seconda Honda CBR 600 RR di Gemar Ciociaria Corse.

Nona posizione per la Kawasaki ZX-10 RR che Pedercini schiera per Kyle Smith fresco di titolo europeo
Nona posizione per la Kawasaki ZX-10 RR che Pedercini schiera per Kyle Smith fresco di titolo europeo

Il ragazzo deve ancora maturare ma in Argentina ha dimostrato di avere smaltito la delusione per il guasto meccanico patito in Francia, che lo ha messo subito fuori gioco. La corsa non registra nessun ritiro, fatto molto raro nel combattuto mondo della Supersport 600. E ora occhi puntati per la volata titolo in Qatar, con tre piloti racchiusi in ventidue punti. Il Mondiale Supersport non è mai stato così combattuto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui