Campionato Italiano GT, a Misano fuoco e fiamme in entrambe le manche

Seconda tappa stagionale per il Campionato Italiano GT. Dopo una partenza “meditativa” sul circuito di Imola, al Misano World Circuit inizia un periodo agonistico molto intenso con tre gare in un mese e mezzo. La classe principale è ovviamente la Super GT3/GT3 che nella prima manche vede subito diversi colpi di scena. Una foratura elimina subito la Ferrari 488 Easy Race di Jaime Melo e Nicolò Schirò mentre Stefano Gai, rimasto da solo sulla 488 di Black Bull dopo il forfait di Mirko Venturi a causa di problemi fisici, allunga sul resto del gruppo.

La Lamborghini Huracan  di Daniel Zampieri e Riccardo Agostini si aggiudica gara 1
La Lamborghini Huracan di Daniel Zampieri e Riccardo Agostini si aggiudica gara 1

Dopo le soste obbligatorie però emergono le Lamborghini Huracan della Antonelli Motorsport con la vettura di Daniel Zampieri e Riccardo Agostini che va in testa e contiene la Bmw M6 di Stefano Comandini ed Alberto Cerqui. Sulla distanza la M6 perde ulteriore terreno e il divario tra la Huracan vincitrice e la vettura bavarese, sotto la bandiera a scacchi, supererà i quindici secondi. Terzo posto per un’altra Huracan di Antonelli, pilotata da Alain Valente e Lorenzo Veglia. Battono per appena tre decimi la Huracan che Petri Corse schiera per Bar Baruch e Federico Leo, mentre quinti assoluti sono Eddie Cheever jr e Matteo Malucelli con la Ferrari 488 della Scuderia Baldini 27.

Ottimo il weekend di Stefano Comandini ed Alberto Cerqui con la Bmw M6
Ottimo il weekend di Stefano Comandini ed Alberto Cerqui con la Bmw M6

Gai, in testa fino al pit stop, termina solo sesto davanti alla Huracan che la Scuderia Ombra prepara per Michele Beretta ed Alex Frassineti ed alla Mercedes AMG che la Krypton schiera per Stefano Pezzucchi e Luca Pastorelli. In GT3 esordio vincente per la Ferrari 458 della MP1 pilotata da Nicola Benucci e Simone Niboli, undicesimi assoluti. Secondo posto di classe per Marco Magli e Francesco La Mazza con la 458 di Easy Race e terzi i toscani Paolo Venerosi Pesciolini e Alessandro Baccani sulla Porsche 997 verde militare della Ebimotors.

Il podio dei gara 2 della Super GT3
Il podio dei gara 2 della Super GT3

Più staccata l’azzurra Chevrolet Corvette di Mario Albert Colajanni e Roberto Del Castello. La seconda manche parte subito con diversi colpi di scena, non ultimo uno sgocciolio di pioggia che però, date le temperature estive, non compromette l’aderenza del tracciato. C’è un urto tra la vettura di Pastorelli e l’Audi R8 LMS di Benoit Treluyer, che si gira e viene toccato dalla F488 di Melo. Nessuno per fortuna si deve ritirare. Poco dopo la F488 di Gai, che lotta per le prime posizioni, accusa uno spettacolare principio di incendio sul posteriore e la direzione gara lo farà rientrare ai box.

Terzo posto in gara 1 per la Huracan di Alain Valente e Lorenzo Veglia
Terzo posto in gara 1 per la Huracan di Alain Valente e Lorenzo Veglia

Pastorelli intanto sconta un primo Drive Through per la schermaglia del primo giro, poi una toccata con la Ferrari 488 di Motoaki Ishikawa che manderà entrambi in testacoda costerà all’alfiere Krypton un secondo passaggio punitivo ai box. La gara è saldamente nelle mani della principale Huracan della Ombra con al volante Michele Beretta ed Alex Frassineti, quasi sempre al comando salvo un breve interregno durante i cambi pilota. Al secondo posto finirà la 488 di Cheever/Malucelli mentre terzo posto assoluto per i vincitori della prima manche Zampieri/Agostini su Baruch/Leo.

Podio gara 2 della GT3
Podio gara 2 della GT3

Quinta la Bmw di Comandini e Cerqui davanti ai rimontanti Melo/Schirò ed a Ghirelli/Treluyer. Dopo i problemi avuti ad Imola la R8 continua a stazionare nelle retrovie. Una penalità per pit-stop irregolare non ferma la marcia di Benucci/Niboli vincenti in GT3 davanti alla Porsche di Venerosi Pesciolini/Baccani. La vettura Ebimotors recupera il secondo posto di classe a causa della ingente penalità inflitta a La Mazza/Magli. Ancora quarto posto di classe per Del Castello e Colajanni con la Corvette.

Esordio vincente per la Ferrari 458 della MP1 pilotata da Nicola Benucci e Simone Niboli
Esordio vincente per la Ferrari 458 della MP1 pilotata da Nicola Benucci e Simone Niboli

In classifica di campionato Super GT3 Gai retrocede secondo alle spalle di Beretta e Frassineti; in GT3 Baccani e Venerosi Pesciolini comandano sulla Corvette di Del Castello e Colajanni che, ben guidati dallo staff di Mario Giovannini, fanno della regolarità il loro punto di forza. Prossimo evento tra due sole settimane, all’Autodromo Nazionale di Monza.