WSBK, a Laguna Seca botta e risposta Davies-Rea

Redazione
Pubblicato il luglio 09, 2017, 8:30 pm
6mins

La WSBK torna in scena a Laguna Seca per il round americano della serie che inaugura il “girone di ritorno” della stagione 2017. Dopo la spettacolare caduta di Misano Adriatico con annesso infortunio, Chaz Davies torna grande con la Ducati Panigale R ufficiale e vince la prima manche sorprendendo all’undicesimo giro Tom Sykes con la Kawasaki ZX-10 RR. Il ducatista da quel momento rimane saldo in vetta fino alla bandiera a scacchi per la gioia del suo team e dei tanti tifosi. Sykes viene passato anche dal compagno di team Jonathan Rea e si deve accontentare del gradino più basso del podio.

Leon Camier porta al sesto posto in gara 1 la sua MV Agusta 1000 F4

Leon Camier porta al sesto posto in gara 1 la sua MV Agusta 1000 F4

Anche altri piloti portano in alto le Ducati Panigale R: sono Marco Melandri che chiude quarto e Xavi Fores che termina immediatamente alle sue spalle con il bolide curato da Barni. Bene anche l’inglese Leon Camier che porta al sesto posto la sua MV Agusta 1000 F4. Continua il buon momento di forma di Jordi Torres con la Bmw S 1000 RR, per lui un bel settimo posto davanti addirittura alla Yamaha ufficiale di Michael Van der Mark ed a due Aprilia RSV4 RF: quella di Leandro Mercado, privata, ha la meglio sull’esemplare ufficiale di Lorenzo Savadori. Eugene Laverty dal canto suo si sdraia al decimo giro compromettendo un buon risultato.

Chiude al settimo posto in gara 1 Jordi Torres con la Bmw S 1000 RR dell'Althea Racing

Chiude al settimo posto in gara 1 Jordi Torres con la Bmw S 1000 RR dell’Althea Racing

Continua la crisi Honda con Stefan Bradl appena undicesimo. Da questa gara c’è di nuovo una seconda CBR 1000 RR in gara e la pilota il centauro locale Jake Gagne. L’americano racimola il quindicesimo posto alle spalle di Raffaele De Rosa, con la seconda Bmw S 1000 RR di Althea, e di Alex De Angelis con la Kawasaki ZX-10 RR curata da Lucio Pedercini. Ai margini della zona punti chiude Ayrton Badovini con la Kawasaki ZX-10 RR di Grillini davanti all’identica moto che Puccetti schiera per Randy Krummenacher. Il team Guandalini schiera sulla sua Yamaha YZF R1 Jakub Smrz, l’ex-pilota del Motomondiale 125 sfigura e chiude solo diciottesimo davanti a Ondrej Jezek con la Kawasaki di Grillini.

Fuori dalla top ten ma almeno termina entrambe le gare Alex De Angelis con la Kawasaki ZX-10 RR curata da Lucio Pedercini

Fuori dalla top ten ma almeno termina entrambe le gare Alex De Angelis con la Kawasaki ZX-10 RR curata da Lucio Pedercini

Nella seconda manche Sykes scatta ancora molto bene ed allunga su quasi tutto il gruppo. Solo Rea e Davies rimangono alle sue spalle, dopo due giri Rea passa all’attacco e scavalca Sykes. Da quel momento Rea allunga lentamente ma sicuramente su Sykes e Davies, conquistando un successo che gli consente di posizionarsi saldamente in vetta alla classifica di campionato. Ora Sykes ha un ritardo di cinquantanove punti nei confronti di Rea, mentre Davies, che stavolta si deve accontentare del terzo posto, è di fatto tagliato fuori –salvo miracoli dell’ultim’ora– con un ritardo di quasi cento punti dal connazionale.

Jonathan Rea si aggiudica la seconda manche di Laguna Seca lasciandosi dietro Sykes e Davies

Jonathan Rea si aggiudica la seconda manche di Laguna Seca lasciandosi dietro Sykes e Davies

Ancora un quarto posto per Melandri ormai rassegnato ad occupare la stessa posizione anche nella classifica di campionato. Sul tortuoso tracciato americano continua a mettersi in mostra Fores che chiude ancora quinto. Si riscatta anche Laverty che termina sesto davanti alle altre due RSV4 RF di Mercado e Savadori. L’Aprilia continua a raccogliere soddisfazioni dopo il settimo posto di Espargaro al GP di Germania della Moto GP. Sfigurano le Yamaha ufficiali con Alex Lowes e Van der Mark solamente nono e decimo. Lowes aveva fatto pure peggio in prima manche ritirandosi per via di una caduta.

In ottima forma Leandro Mercado con l'Aprilia RSV4 RF costantemente nella top ten

In ottima forma Leandro Mercado con l’Aprilia RSV4 RF costantemente nella top ten

Continua a deludere Bradl che è ancora undicesimo, anche Gagne ripete il piazzamento della prima corsa chiudendo alle spalle di Alex De Angelis e Krummenacher. Fuori dai punti Smrz e Jezek, mentre De Rosa e Badovini cadono e Leon Camier è costretto al ritiro per un cedimento meccanico. Prossima gara il 20 Agosto in Germania, accompagnata di nuovo da tutte le altre classi di contorno quali Supersport, Supersport 300 e Superstock.

Continua a mettersi in mostra Xavi Fores con la Ducati curata dal team Barni, per lui due ottimi quinti posti a ridosso dei "big"

Continua a mettersi in mostra Xavi Fores con la Ducati curata dal team Barni, per lui due ottimi quinti posti a ridosso dei “big”

Condividilo con:


Lascia un commento

  • (non verrà pubblicata)