WRC: Tour de Corse, Hyundai e Neuville tra i colpi di scena

Nico Patrizi
Pubblicato il aprile 09, 2017, 8:30 pm
5mins

E quattro. Al Tour de Corse, quarta tappa del WRC, emerge la stella dei belgi Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul con la Hyundai i20 Coupe Wrc. Dopo tanti colpi di sfortuna Neuville conquista finalmente il successo confermando l’estrema incertezza della stagione 2017. Non solo merito ma anche fortuna per il belga che capitalizza al meglio dei problemi al motore di Kris Meeke e Paul Nagle –freschi vincitori del Rally del Messico–, a lungo in testa con la Citroen C3 Wrc. L’irlandese inizia a perdere terreno nella sesta prova speciale, la “Novella”, per poi essere costretto al ritiro nella PS a seguire, sulle strade di “La Porta-Valle di Rostino”.

E' guerra con lo spumante sul podio del Tour de Corse, quarta tappa del WRC

E’ guerra con lo spumante sul podio del Tour de Corse, quarta tappa del WRC

Neuville sale al comando con alle spalle la Ford Fiesta Wrc di Sebastien Ogier e Julien Ingrassia –vincitori del Rally Monte Carlo–, e l’altra i20 Coupe Wrc di Dani Sordo e Marc Marti. A decidere la corsa del Campionato Mondiale Rally è la lunghissima speciale “Antisanti-Poggio di Nazza” lunga ben cinquantatre chilometri. Neuville sigla il miglior tempo davanti a Sordo, che riesce così a scalzare Ogier. Il sogno di una doppietta Hyundai si infrange sulla superspeciale conclusiva di Porto Vecchio-Palombaggia, in cui è la Toyota Yaris Wrc di Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila –vincitori del Rally di Svezia– a siglare il migliore tempo.

Piazza d'onore per la Ford Fiesta Wrc di Sebastien Ogier e Julien Ingrassia

Piazza d’onore per la Ford Fiesta Wrc di Sebastien Ogier e Julien Ingrassia

Ogier finisce alle sue spalle e si riprende il secondo posto finale dietro a Neuville che, forte del vantaggio di oltre un minuto, si limita ad amministrare. Sordo termina terzo assoluto davanti a Latvala; il finlandese scalza in extremis la migliore Citroen C3 Wrc rimasta in gara, pilotata da Craig Breen e Martin Scott. Sesto posto per Hayden Paddon e John Kennard con la terza Hyundai i20 Coupe Wrc. Un gruppo di WRC 2 termina la top ten con il “nobile decaduto” Andreas Mikkelsen settimo con la Skoda Fabia R5. Alle sue spalle l’equipaggio finlandese formato da Teemu Suninen e Mikko Markkula su Ford Fiesta R5.

Terzo gradino del podio per l'altra Hyundai i20 Coupé Wrc di Dani Sordo e Marc Marti

Terzo gradino del podio per l’altra Hyundai i20 Coupé Wrc di Dani Sordo e Marc Marti

A breve distanza conclude una vecchia gloria dell’automobilismo francese, Stephane Sarrazin con la Skoda Fabia R5. L’ex-pilota di Formula Uno coadiuvato da Julien Renucci precede una giovane promessa del rallismo francese, Yohan Rossel con la Citroen DS3 R5. Alle spalle di Rossel e del copilota Benoit Fulcrand giunge Ott Tanak con la Ford Fiesta Wrc. Per l’estone il pesante fardello di un’uscita di strada nella terza prova speciale e poi problemi al motore. Molto peggio va a Elfyn Evans che termina ventunesimo con l’altra Fiesta Wrc dopo avere patito una uscita sulla sesta prova speciale.

Ai piedi del podio del Tour de Corse la Toyota Yaris Wrc di Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila

Ai piedi del podio del Tour de Corse la Toyota Yaris Wrc di Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila

Due posizioni dietro Tanak termina un equipaggio “italiano”, formato da Simone Tempestini e Giovanni Bernacchini su Citroen DS3 R5. Il pilota però da quest’anno corre con licenza rumena; per trovare il migliore equipaggio nostrano bisogna quindi scendere al trentesimo posto con la Skoda Fabia R5 di Alberto Marchetti e Mario Scalmani. Dieci posizioni più sotto termina la Peugeot 208 R2 di Federico Fiorini. Per il resto, assente Lorenzo Bertelli, non vi sono altri italiani nell’elenco dei cinquantotto equipaggi al traguardo, né nella lista dei ritirati.

Chiudono nella top five Craig Breen e Martin Scott con la Citroen C3 Wrc

Chiudono nella top five Craig Breen e Martin Scott con la Citroen C3 Wrc

Piccola soddisfazione per i nostri colori viene dal diciannovesimo posto assoluto di François Delecour e Dominique Savignoni sull’Abarth 124 Rally RGT, perdendo di misura il confronto con la Porsche 997 GT3 di Romain Dumas e Patrick Chiappe.

Andreas Mikkelsen settimo con la Skoda Fabia R5

Andreas Mikkelsen settimo con la Skoda Fabia R5

Condividilo con:


Articoli simili:

Rally di Argentina, Neuville solo all’ultimo Dopo innumerevoli stagioni caratterizzate dai monologhi prima di Sebastien Loeb e poi di Sebastien Ogier, con il Rally di Argentina il WRC torna ad es...
Rally d’Italia Sardegna: alloro per Ogier E' ancora vittoria di Sebastien Ogier e Julien Ingrassia al Rally d’Italia Sardegna (Foto Stefano Romeo) Sebastien Ogier e Julien Ingrassia portan...
Ronde Valtiberina: Della Casa emerge nel fango di ... I vincitori della Ronde Valtiberina: Federico Della Casa e Domenico Pozzi Vittoria elvetica alla Ronde Valtiberina che riprende il cammino del Raced...
Barum Czech Rally Zlin: festeggia Pech Vaclav Pech si aggiudica il Barum Czech Rally Zlin (Photo4) Barum Czech Rally Zlin in mano ai cechi! La durissima e difficilissima gara, valida, o...