WRC, colpo grosso di Neuville al Rally del Portogallo

Nico Patrizi
Pubblicato il maggio 20, 2018, 8:30 pm
8mins

Incredibile ma vero: Sebastien Ogier non è più leader del Campionato del Mondo Rally. Con la vittoria nel Rally del Portogallo al volante della Hyundai i20 Coupé Wrc ufficiale, Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul hanno conquistato la vetta nella serie con un vantaggio di ben diciannove punti su Ogier. Il transalpino sconta nel peggiore dei modi l’uscita di strada con la Ford Fiesta WRC ufficiale nella quinta prova speciale, che lo fa precipitare in fondo alla classifica. A fine gara Ogier decide di ritirarsi prima del palco di arrivo, suggellando una giornata nera per lui ed il coequipier Julien Ingrassia. E la sfortuna non si accanisce solo su Ogier. Anche Ott Tanak, diventato ormai il pilota di punta della squadra ufficiale Toyota grazie al terzo posto in classifica di campionato, finisce nella lista dei ritirati. Ad appiedare l’estone ed il coequipier Martin Jarveoja arriva un guasto meccanico che ferma dopo sole due prove speciali la sua Yaris WRC. Il podio viene completato da altre due Ford Fiesta WRC. Secondi sono gli inglesi Elfyn Evans e Daniel Barritt che tornano a conquistare un grande piazzamento dopo la vittoria dello scorso anno in Galles.

Piazza d'onore per Elfyn Evans e Daniel Barritt con la Ford Fiesta WRC

Piazza d’onore per Elfyn Evans e Daniel Barritt con la Ford Fiesta WRC

Terzi i finnici Teemu Suninen e Mikko Markkula al primo podio mondiale. Entrambi questi equipaggi disputano un’ottima gara, restando costantemente alle calcagna di Neuville. Il divario finale di Evans sul belga è di quaranta secondi, quello di Suninen di quarantasette secondi e tre decimi. Ai piedi del podio troviamo Dani Sordo e Carlos Del Barrio che, con la Hyundai i20 Coupé Wrc, continuano ad inanellare ottime prestazioni. Peccato per l’incidente occorso nella settima prova speciale ad Hayden Paddon, che era riuscito anche brevemente ad occupare la leadership nella seconda e nella sesta speciale. I danni alla i20 Coupé Wrc del neozelandese non sono pesanti, ma Paddon ed il copilota Sebastian Marshall escono con alcune ammaccature fisiche che li costringono ad un controllo in ospedale ed al ritiro senza appello. Settima speciale fatale anche per Andreas Mikkelsen ed Anders Jaeger con la quarta Hyundai i20 Coupé Wrc, fermati da un guasto meccanico. I norvegesi riprendono con la formula del Super Rally e termineranno la corsa sedicesimi.

Concludono la corsa al quinto posto Esapekka Lappi e Janne Ferm con la Toyota Yaris WRC

Concludono la corsa al quinto posto Esapekka Lappi e Janne Ferm con la Toyota Yaris WRC

Per quanto riguarda la Toyota, con Tanak subito fuori il pilota di punta diventa Esapekka Lappi, che conclude la corsa al quinto posto con Janne Ferm sul sedile di destra della Yaris WRC. Ancora grandissima sfortuna per Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila. I finnici fanno poca più strada di Tanak con la terza Yaris WRC ufficiale, poi rompono una sospensione sulla terza speciale. Ripartiti con il Super Rally, chiuderanno ventiquattresimi assoluti, riuscendo però a siglare il miglior tempo in tre speciali. Sesta posizione per la migliore delle Citroen C3 Wrc, con il norvegese Mads Ostberg al volante. Ostberg ed il navigatore Torstein Eriksen salvano l’onore della casa francese alla luce del disastroso weekend di Kris Meeke, che inanella una serie di rovinose forature fino al terrificante volo fuori strada che lascia di stucco i soccorritori. Il tetto della C3 Wrc è completamente deformato nella parte frontale e solo la buona sorte ha evitato una tragedia. Demoralizzato dalla sorte occorsa al compagno di team e “quasi” conterraneo, Craig Breen si accontenta del settimo posto con la propria Citroen C3 Wrc ufficiale.

Pontus Tidemand con la Skoda Fabia R5 è ancora vincente in WRC 2 e ottavo assoluto

Pontus Tidemand con la Skoda Fabia R5 è ancora vincente in WRC 2 e ottavo assoluto

Alle sue spalle i big della categoria WRC 2. Anche stavolta dominano le Skoda Fabia R5 con Pontus Tidemand ancora vincente e ottavo assoluto. Secondo di classe e nono assoluto il polacco Lukasz Pieniazek. A completare la Top Ten c’è il francese Stephane Lefebvre che rompe il dominio Skoda con la sua Citroen C3 R5. Per l’ufficiale Citroen ed il navigatore Gabin Moreau una bella riscossa dopo l’incidente in Corsica. Nella categoria JWRC si registra la vittoria di un figlio d’arte, Denis Radstrom con le note lette da Johan Johansson. In questa categoria monopolizzata dalle Ford Fiesta R2T arriva una grande soddisfazione per i nostri colori grazie a Enrico Oldrati e Danilo Fappani secondi di classe davanti ai neozelandesi David Holder e Jason Farmer. Oldrati è anche il migliore della pattuglia italiana, chiudendo ventisettesimo assoluto dietro alla Ford Fiesta R5 del nipponico Katsuta Takamoto. Il pupillo di Tommi Makinen che tanto bene aveva fatto al Ciocco è costretto anche in questa gara a ricorrere al Super Rally. Identica sorte purtroppo anche per Fabio Andolfi e Simone Scattolin che con la Hyundai i20 R5 concludono trentesimi assoluti dopo essersi fermati già nella prima giornata di gara.

Sesta posizione per il norvegese Mads Ostberg al volante della Citroen C3 Wrc

Sesta posizione per il norvegese Mads Ostberg al volante della Citroen C3 Wrc

Corrono sulla difensiva Luca Bottarelli e Manuel Fenoli, trentacinquesimi con la Ford Fiesta R2T. Chiudono davanti all’italiano -ma con licenza rumena- Simone Tempestini con la Ford Fiesta R5. Anche per il figlio d’arte c’è stato bisogno del Super Rally a dimostrazione della durezza degli sterrati lusitani. Una gara priva di errori invece per Umberto Accornero e Maurizio Barone con la Ford Fiesta R2T terminata al quarantunesimo posto su quarantacinque vetture classificate. La corsa valeva anche quale quarta prova per il campionato portoghese e la vittoria in questo caso è andata al veterano Armindo Araujo con la Hyundai i20 R5. Al suo fianco, il valido navigatore Luis Ramalho. Sconfitte le Skoda Fabia R5 di Miguel Barbosa e Diogo Salvi che completano il podio valido per la serie lusitana. Il WRC rimane in Europa per la prossima gara ed ancora con un evento su terra, il sentitissimo Rally d’Italia. Lo scontro tra Neuville ed Ogier entra in un nuovo round con il belga per la prima volta in vantaggio. Come andrà a finire?

Condividilo con:


Articoli simili:

Monza Rally Show: zampata del Doctor Il podio del Monza Rally Show (Foto Lorenzo Beretta) Valentino Rossi e Carlo Cassina vincono con la Ford Fiesta Wrc il Monza Rally Show 2015. Il cam...
Rossetti domina il Rally Mille Miglia Il podio assoluto del Rally Mille Miglia (Photo4) Dopo la mala parata del Ciocco, concluso dopo appena una prova speciale per i danni subiti dalla...
Ronde Valtiberina: Della Casa emerge nel fango di ... I vincitori della Ronde Valtiberina: Federico Della Casa e Domenico Pozzi Vittoria elvetica alla Ronde Valtiberina che riprende il cammino del Raced...
Rally Montecarlo Highlights 2015 Stanno per iniziare le danze dell’ 84esima edizione del Rally Montecarlo, gara di apertura del Campionato del Mondo WRC 2016. Attesissimo come sempre ...