WRC: anche al Tour de Corse vige la legge di Ogier

Nico Patrizi
Pubblicato il aprile 08, 2018, 8:30 pm
9mins

In questo scorcio di Campionato WRC, Sebastien Ogier e Julien Ingrassia tornano a macinare successi, intascando la vittoria anche sul tarmac “casalingo” del Tour de Corse. Qualche mese fa sembrava che la stella dall’equipaggio francese con la Ford Fiesta RS Wrc fosse vistosamente appannata, ma l’apparenza si è dimostrata quanto mai infondata. A dir la verità Sebastien Loeb e Daniel Elena con la Citroen C3 Wrc nella primissima speciale di Valle di Rostino si rivelano concorrenti particolarmente ostici, ma il pluricampione alsaziano si infossa già sulla seconda speciale quel tanto che basta per non poter completare la prima giornata di gara e precipitare in classifica fino al settantanovesimo posto. Al contrario Ogier non compie il minimo errore e con la terza vittoria stagionale su quattro gare disputate porta a diciassette i punti di vantaggio su Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul.

Piazza d'onore per Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Toyota Yaris Wrc (Foto Stefano Romeo)

Piazza d’onore per Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Toyota Yaris Wrc (Foto Stefano Romeo)

L’equipaggio Hyundai non commette sbagli ma la i20 Coupé Wrc non brilla sull’isola che diede i natali a Napoleone Bonaparte, terminando solo al terzo posto alle spalle di Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Toyota Yaris Wrc. Che Neuville non sia al massimo della forma in Corsica lo si intuisce anche dal ritardo nei confronti del vincitore, oltre un minuto e sette secondi. Buon per Neuville che oltre a Loeb -costretto ad una rimonta furibonda da fondo gruppo- diversi altri avversari si eliminino con errori, come Jari-Matti Latvala che con la Toyota Yaris Wrc colpisce con la fiancata destra un albero sull’ottava prova speciale. Per lui è il ritiro e, nonostante gli sforzi dei meccanici, la Yaris non può essere rimessa in gioco per la terza giornata di gara. Anche Kris Meeke e Paul Nagle non sono da meno con la loro Citroen C3 Wrc, uscendo di strada sulla decima speciale, il secondo passaggio di “Novella”.

Jan Kopecky e Pavel Dresler con la Skoda Fabia R5 si aggiudicanol la classe WRC 2 (Foto Stefano Romeo)

Jan Kopecky e Pavel Dresler con la Skoda Fabia R5 si aggiudicanol la classe WRC 2 (Foto Stefano Romeo)

Buon per l’inglese che sia anche l’ultima speciale della seconda giornata, i meccanici Citroen riescono a sistemare i danni e Meeke può portare a termine la corsa in nona posizione dopo avere siglato ottimi tempi nelle ultime due prove speciali. Raggranella così quattro punti che gli permettono di non perdere troppo terreno nei confronti di Ott Tanak, attualmente terzo in classifica generale. Da questi errori si avvantaggia Dani Sordo che porta ad un ottimo quarto posto la sua Hyundai i20 Coupé Wrc. Nonostante l’uscita di strada al Rally Monte-Carlo e la mancata partenza al Rally di Svezia, Sordo ora occupa l’ottavo posto in classifica di Campionato. A portare in alto la Ford, oltre a Ogier, ci pensa anche Elfyn Evans che con Phil Mills ottimo coequipier conclude al quinto posto.

Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul con la Hyundai la i20 Coupé Wrc completano il podio (Foto Stefano Romeo)

Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul con la Hyundai la i20 Coupé Wrc completano il podio (Foto Stefano Romeo)

La prova speciale conclusiva di “Penitencier de Coti-Chiavari” porta i finnici Esapekka Lappi e Janne Ferm a recuperare il sesto posto con la propria Yaris Wrc, ai danni della Hyundai i20 Coupé Wrc di Andreas Mikkelsen ed Anders Jaeger. Ottavo il vincitore della classe WRC 2 Jan Kopecky, con Pavel Dresler sul sedile di destra della Skoda Fabia R5. Chiude la Top Ten assoluta e secondo tra le WRC 2 il francese Yoann Bonato con la Citroen C3 R5. Bonato ed il copilota Benjamin Boulloud riscattano l’onore francese in categoria dopo che Stephane Lefebvre esce di scena sulla quinta speciale aprendo entrambe le ruote di sinistra della Citroen C3 R5 ufficiale. La vettura è ripristinabile per l’ultima giornata di gara ma la certezza di ripartire in fondo al gruppo senza più velleità per la classifica WRC 2 scoraggia Lefebvre a rientrare in corsa.

Kris Meeke e Paul Nagle risultano i migliori della pattuglia Citroen C3 Wrc con il nono posto (Foto Stefano Romeo)

Kris Meeke e Paul Nagle risultano i migliori della pattuglia Citroen C3 Wrc con il nono posto (Foto Stefano Romeo)

Anche Katsuta Takamoto ed Hiroki Arai, in gara con le Ford Fiesta R5 curate dal team di Tommi Makinen e reduci entrambi da un eccellente Rally del Ciocco, perdono terreno con uscite di strada. Takamoto si infossa già nella prima speciale dopo essere già stato vittima di una cruenta uscita nello Shakedown con pesanti danni all’anteriore fortunatamente riparati in tempo. Arai invece si arena nella quinta speciale. Entrambi i giapponesi riescono a ripartire ma chiudono rispettivamente trentacinquesimo e cinquantacinquesimo assoluto. Nella prima speciale era stato costretto a fermarsi, ma per guasto tecnico, anche lo spagnolo Nil Solans con la Ford Fiesta R5, ripartito nella seconda giornata di gara e giunto al traguardo trentaquattresimo assoluto. Si avvantaggia di questi contrattempi il nostro Fabio Andolfi che con Simone Scattolin e la Skoda Fabia R5 termina la gara al terzo posto di classe WRC 2, undicesimo assoluto!

Andrea Nucita e Marco Vozzo con l’Abarth 124 Rally si fanno valere nella RGT Cup (Foto Stefano Romeo)

Andrea Nucita e Marco Vozzo con l’Abarth 124 Rally si fanno valere nella RGT Cup (Foto Stefano Romeo)

A favore di Andolfi junior giocano anche i problemi al cambio che Ole Kristian Veiby patisce sul secondo passaggio di Novella. Il norvegese porta al traguardo la propria Fabia R5 al dodicesimo posto assoluto con un ritardo di un secondo ed otto decimi sul nostro portacolori. Oltre che da un Andolfi finalmente esente dalla malasorte, i colori italiani sono rappresentati magistralmente anche da Mauro Miele e Luca Beltrame, che con la Citroen DS3 Wrc sono sedicesimi assoluti, appena due posizioni dietro Sebastien Loeb! Inoltre Andrea Nucita e Marco Vozzo con l’Abarth 124 Rally si fanno valere nella RGT Cup, terminando secondi di categoria alle spalle dell’identica vettura di Raphael Astier. Sempre parlando di RGT Cup, Andrea Modanesi si riscatta per l’uscita patita al Ciocco e chiude quarto di classe con l’Abarth 124 Rally dietro la vettura gemella di un veterano quale è il francese Philippe Gache.

Sedicesimo posto mica da ridere per Mauro Miele e Luca Beltrame, con la Citroen DS3 Wrc (Foto Stefano Romeo)

Sedicesimo posto mica da ridere per Mauro Miele e Luca Beltrame, con la Citroen DS3 Wrc (Foto Stefano Romeo)

Luca Bottarelli, Enrico Oldrati e Umberto Accornero, tutti al volante di Ford Fiesta R2T, terminano rispettivamente ventottesimo, trentanovesimo e quarantacinquesimo assoluto. Niente soddisfazione del traguardo per Alberto Sassi e Matteo Lamecchi che con la Renault Clio RS R3T sono costretti a fermarsi per cedimento meccanico a pochi chilometri dalla pedana d’arrivo! Sono in settantuno a completare la storica gara isolana, contando nella classifica anche i concorrenti della categoria National. In questa divisione spicca la grande performance dei locali Pierre-Marc Nannucci ed Audrey Nesta che terminano al 26.posto assoluto con una Renault Clio R3. Tra i ritirati, principalmente per guasti meccanici, spiccano i francesi Bryan Bouffier e Xavier Panseri con la Ford Fiesta Wrc.

Undicesimi assoluti e terzi della WRC2 è il bottino di Fabio Andolfi e Simone Scattolin con la Skoda Fabia R5 (Foto Stefano Romeo)

Undicesimi assoluti e terzi della WRC2 è il bottino di Fabio Andolfi e Simone Scattolin con la Skoda Fabia R5 (Foto Stefano Romeo)

 

 

Condividilo con:


Articoli simili:

WTCC: in Argentina è ancora Citroën José María López conquista il successo nella prima frazione del WTCC (Photo4) Davanti ad un pubblico in visibilio, nella sua terra, José María Lóp...
Rally Monte-Carlo, Ford Fiesta WRC per la cinquina... Il WRC –Campionato Mondiale Rally– riparte dopo appena due mesi di sosta e ricomincia nel segno del suo campione in carica, Sebastien Ogier vittorioso...
Alla Ronde Val Merula dominano i terraioli Alessandro Gino bissa il successo dello scorso anno alla Ronde Val Merula (Foto Andrea Bonomi) Continua a raccogliere consensi la Ronde Val Merula...
Bergo schiacciante al Gomitolo di Lana Omar Bergo e Alberto Brusati vincitori della Ronde Gomitolo di Lana (Foto Daniele Sorrenti) Omar Bergo e Alberto Brusati scrivono il loro nome nell’...