WRC, al Rally di Germania vince Tanak ma allunga Ogier

Nico Patrizi
Pubblicato il agosto 20, 2017, 8:30 pm
6mins

Il WRC scende in campo sui temibili asfalti del Rally di Germania. Dopo i rivolgimenti in classifica successivi al Rally di Finlandia, arrivano nuovi colpi di scena. Il primo è la vittoria di Ott Tanak e Martin Jarveoja con la Ford Fiesta WRC. L’estone pare ormai avere raggiunto il massimo livello di competitività ed ora si candida per la conquista del titolo mondiale, dato che Sebastien Ogier, tornato leader della classifica provvisoria con il terzo posto ottenuto in questa gara, è staccato di sole trentatre lunghezze. Per il francese ed il copilota Julien Ingrassia un po’ di rimpianti visto che in extremis sono costretti a cedere il secondo posto all’equipaggio norvegese formato da Andreas Mikkelsen ed Anders Jaeger. Mikkelsen conferma le grandi capacità della Citroen C3 Wrc, un’auto che potrebbe riportare la casa francese in lotta per il titolo mondiale se guidata da equipaggi più costanti.

Piazza d'onore per Andreas Mikkelsen ed Anders Jaeger con la Citroen C3 Wrc

Piazza d’onore per Andreas Mikkelsen ed Anders Jaeger con la Citroen C3 Wrc

Invece Kris Meeke e Paul Nagle, l’equipaggio di punta sulla C3, lasciano la Germania con un mesto ritiro nella quindicesima speciale per problemi al sistema di raffreddamento. Tra l’altro la loro gara viene condizionata da un piccolo incidente già nella speciale inaugurale. Va un po’ meglio a Craig Breen e Martin Scott che, dopo una gara passata ad inseguire, artigliano in extremis il quinto posto ai danni della Ford Fiesta WRC di Elfyn Evans e Daniel Barritt. Pur confinato al sesto posto Evans dimostra di avere acquisito un ritmo da protagonista. Per le Toyota gara piuttosto deludente, la migliore Yaris WRC è quella di Juho Hanninen e Kai Lindstrom che chiudono quarti ma con ampio distacco nei confronti di Ogier. Peggio ancora va a Jari-Matti Latvala e Miikka Anttila che terminano settimi e soprattutto ad Esapekka Lappi e Janne Ferm. I vincitori del Rally di Finlandia sul finire della prima giornata di gara danneggiano la sospensione anteriore sinistra e precipitano in classifica.

Terzo posto per Sebastien Ogier e Julien Ingrassia, ancora leader della classifica di Campionato

Terzo posto per Sebastien Ogier e Julien Ingrassia, ancora leader della classifica di Campionato

Poi alternano a diverse belle prestazioni alcuni errori marchiani e per loro c’è solo il ventunesimo posto assoluto. Nella Power Stage però si riscattano con il secondo tempo. Trasferta da dimenticare per le Hyundai i20 Coupe Wrc. La migliore è quella di Hayden Paddon e Sebastian Marshall -che da questa gara sostituisce John Kennard– la quale termina ottava assoluta. Thierry Neuville dopo una sola gara perde la leadership del Mondiale dopo che nella seconda giornata di gara la sua vettura subisce un rovinoso cedimento alla posteriore sinistra. I meccanici della casa coreana sistemano il mezzo ma il belga è in fondo alla classifica, terminerà solo quarantaquattresimo. Anche Dani Sordo e Marc Marti stavolta non raccolgono nulla.

Solo ottava la prima Hyundai i20 Coupé Wrc con Hayden Paddon e Sebastian Marshall

Solo ottava la prima Hyundai i20 Coupé Wrc con Hayden Paddon e Sebastian Marshall

Sordo deve anzi considerarsi fortunato dopo l’uscita tra i vigneti nel corso della prima giornata di gara, che solo per caso si risolve senza danni al mezzo permettendogli di proseguire la corsa, terminata poi al trentaquattresimo posto dietro la Mitsubishi Lancer Evo X di Hermann Gassner, noto agli appassionati italiani per le sue partecipazioni alle gare nostrane di Mitropa Cup come Casentino e Bassano. Un altro grande pilota tedesco, Armin Kremer, termina nono assoluto con la Ford Fiesta Wrc. Tra le WRC 2, assente Ole Veiby che gareggia con la ricostruita Skoda Fabia R5 nel Konsmo Rally valido per la serie nazionale norvegese, si registra il successo della Ford Fiesta R5 di Eric Camilli davanti alle Skoda Fabia di Jan Kopecky e di Pontus Tidemand, quest’ultimo penalizzato da una toccata a metà gara. Questa piccola sfortuna non impedisce comunque di arrivare sul podio del Rally di Germania e conquistare in anticipo il titolo WRC2.

La migliore Yaris WRC è quella di Juho Hanninen e Kai Lindstrom che chiude a ridosso del podio

La migliore Yaris WRC è quella di Juho Hanninen e Kai Lindstrom che chiude a ridosso del podio

Sono cinquantaquattro le auto che terminano il rally tedesco. Gli unici equipaggi nostrani in gara sono Enrico Brazzoli in coppia con Maurizio Barone quarantesimi con la Peugeot 208 R2 e Tamara Molinaro con la fianco Veronica Gulbaek quarantanovesime con la Opel Adam R2. Per la Molinaro periodo molto intenso giacché ha corso il difficile Rally di Resovia due settimane fa e tra soli sette giorni correrà l’infido Barum Rally in Repubblica Ceca. Si potrebbe poi annoverare il binomio formato da Simone Tempestini e Giovanni Bernacchini quindicesimi con la Citroen DS3 R5, ma Tempestini junior da molti anni gareggia con licenza romena.

Pontus Tidemand e Jonas Andersson conquistano in anticipo il titolo WRC2 grazie al podio al Rally di Germania

Pontus Tidemand e Jonas Andersson conquistano in anticipo il titolo WRC2 grazie al podio al Rally di Germania

Condividilo con:


Articoli simili:

Rally del Galles, Ogier campione nel giorno di Eva... Si chiudono con una gara di anticipo i giochi per il WRC. Con il terzo posto sui temibili sterrati del Rally del Galles, Sebastien Ogier e Julien Ingr...
Rally Monte Carlo, è Fiesta con Ogier Sebastien Ogier e Julien Ingrassia iniziano il Mondiale Rally 2017 nello stesso modo in cui avevano chiuso quello 2016, con la vittoria del Rally Mont...
Ronde Valtiberina: Della Casa emerge nel fango di ... I vincitori della Ronde Valtiberina: Federico Della Casa e Domenico Pozzi Vittoria elvetica alla Ronde Valtiberina che riprende il cammino del Raced...
Liburna Ronde Terra: Cobbe s’inchina a Bertin Luca Bertin aggiudica il Liburna Ronde Terra (Foto Marco Bernocchi) Si chiude anche l’edizione 2014/2015 del Raceday Ronde Terra con il tradizionale...