Volkswagen, la compattezza del Crossover a ritmo di T-Roc

Redazione
Pubblicato il agosto 24, 2017, 8:30 pm
7mins

Continua l’assalto di Volkswagen all’affollato segmento Crossover introducendo un nuovo modello in stile compatto, la T-Roc. Un modello destinato a saziare gli appetiti degli automobilisti più esigenti grazie ad infinite combinazioni di personalizzazione. La T-Roc arriva sul mercato con due tipi di trazione, anteriore oppure integrale. Sarà commercializzato a livello globale; la versione europea sarà costruita nello stabilimento portoghese di Setubal. Il design è molto dinamico, con una lunghezza di 4234 mm e passo di 2603 mm. La larghezza è di 1819 mm per un’altezza di 1573 mm. Le carreggiate sono molto ampie con 1546 mm sull’anteriore e 1541 mm sul posteriore. Il design della T-Roc riflette il suo stile avanguardistico. Sul frontale spicca la calandra a proiettori doppi, i fari nelle versioni di pregio sono LED, molto sottili. In evidenza gli inserti cromati che separano calandra e fari dal resto della carrozzeria, donando un’idea di imponenza. Le linee delle fiancate sono caratterizzate da un listello cromato che collega i montanti anteriori a quelli posteriori, obliqui ed in stile coupé. Il design bicolore accentua l’aspetto dinamico della T-Roc. Il tetto sarà cromaticamente differente rispetto al resto della carrozzeria. Da notare le applicazioni offroad in materiale sintetico che proteggono numerosi elementi della carrozzeria.

Sul frontale spicca la calandra a proiettori doppi, i fari nelle versioni di pregio sono LED, molto sottili.

Sul frontale spicca la calandra a proiettori doppi, i fari nelle versioni di pregio sono LED, molto sottili.

Gli interni hanno un design originale e d’impatto con un’identità avanguardistica e robusta allo stesso tempo. La posizione di seduta è di 572 mm da terra per i sedili anteriori e di 618 mm per quelli posteriori, la capacità del bagagliaio è di 445 litri, una delle più ampie del segmento, ma può essere aumentata fino a 1290 litri abbattendo i sedili posteriori. La plancia è caratterizzata da elementi orizzontali, con gli strumenti collocati su un asse visuale alto, racchiudendo il sistema di infotainment da 8 pollici ricoperto da una grande superficie in vetro. La consolle centrale ha la stessa tonalità cromatica delle applicazioni di plancia, distribuite su tre livelli orizzontali. Per quanto riguarda le funzioni di Active Info Display ed Infotainment molte le novità mutuate da modelli di successo come la Tiguan. L’Active Info Display ha una diagonale di 11,7 pollici con alta qualità grafica e ancora più funzioni disponibili. Su tutte le T-Roc è disponibile il Composition Media con lettore CD dotato display da 8 pollici in vetro. Spicca poi il Discover Media con modulo di navigazione. Attraverso lo smartphone e la Volkswagen Car-Net sarà possibile accedere ad un’ampia gamma di servizi online ed applicazioni, anche telefono e media player saranno facilmente integrabili. I sistemi di infotainment da 8 pollici possono essere ulteriormente ampliati, l’App-Connect permette l’accesso a MirrorLink, Apple Car Play ed Android Auto.

Gli interni hanno un design originale e d’impatto con un’identità avanguardistica e robusta allo stesso tempo.

Gli interni hanno un design originale e d’impatto con un’identità avanguardistica e robusta allo stesso tempo.

Degno di nota il Security & Service che permette di richiedere assistenza in numerose situazioni. Il Guide & Inform consente di accedere a numerose informazioni online sul traffico e sulla posizione di stazioni di servizio e parcheggi lungo la marcia. L’azienda Beats ha poi messo a punto per la T-Roc un impianto audio ad alto potenziale ad 8 canali da 300 Watt. Sarà possibile ricaricare lo smartphone semplicemente posizionandolo sul vano portaoggetti. Le motorizzazioni saranno cinque, tutte turbo: due benzina TSI rispettivamente da 115 e 150 CV, e tre diesel TDI da 115, 150 e 190 CV. Le versioni più “leggere” sono fornite di trazione anteriore con cambio manuale, mentre per le versioni a 150 CV si potrà scegliere tra trazione anteriore, trazione integrale ed il cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti. La motorizzazione benzina 150 CV dispone di gestione attiva dei cilindri ACT che consente la disattivazione automatica di due cilindri. Più ricca la versione 2.0 TDI a 190 CV che dispone di cambio DSG a 7 rapporti e trazione 4Motion. Questa trazione integrale fa sì che la ripartizione della forza motrice tra asse anteriore e posteriore sia effettuata da una frizione a lamelle con gestione elettronica, che assicura una guida sicura con consumi ridotti. La trazione 4Motion ripartisce sull’asse anteriore la trazione in caso di carico ridotto od in fase di rilascio, disaccoppiando in parte il posteriore che può comunque essere attivato in poche frazioni di secondo.

Il design bicolore accentua l’aspetto dinamico della T-Roc.

Il design bicolore accentua l’aspetto dinamico della T-Roc.

Il 4Motion Active Control permette tramite un comando sulla console di attivare quattro profili di guida: Street, Snow, Offroad ed Offroad Individual. L’assetto può essere regolato grazie agli ammortizzatori a regolazione elettronica. Con lo sterzo progressivo è possibile fruire di un controllo migliore con una guida sportiva e di potere manovrare con maggiore sicurezza. Da notare anche la presenza di funzioni quali la Keyless Access, la climatizzazione e ventilazione a motore spento ed il Climatronic dual zone. Non poteva mancare il tetto panoramico, disponibile a richiesta, il più grande del segmento e composto da due elementi in vetro. Ormai scontata la presenza delle funzioni per l’assistenza alla guida come il Lane Assist per il mantenimento della corsia, il Front Assist per il riconoscimento dei pedoni, il City per le frenate di emergenza con traffico urbano ed il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore. La T-Roc, ultimo prodotto del DNA Volkswagen dedicato ai SUV ed ai crossover che già ha partorito prodotti di successo quali Tiguan, Tiguan Allspace e Atlas-Teramont, si lancia sui mercati internazionali con la certezza di fare bene, visto il crescente aumento delle vendite dei SUV compatti, destinate ad incrementarsi fino a 10,6 milioni di unità nel prossimo decennio.

Condividilo con:


Articoli simili:

Volkswagen Passat GTE in arrivo La nuova Volkswagen Passat GTE Arriveranno in Italia a partire da febbraio 2016, la nuova Passat GTE e la Passat GTE Variant, a continuazione del pr...
Nuova Volkswagen Golf 2017, il successo continua Cresce l’attesa per l’arrivo della Volkswagen Golf 2017. La sua commercializzazione in Italia inizierà a marzo e le novità introdotte dalla Casa tedes...