TCR Italy, Monza elegge Tavano Tricolore

Redazione
Pubblicato il ottobre 07, 2018, 8:30 pm
6mins

Il TCR Italy Touring Car Championship incorona il Re della stagione 2018 nella cornice dell’Autodromo Nazionale di Monza. Già la prima gara del weekend, con pista bagnata da una fastidiosa pioggerella, vede Luigi Ferrara spingere al massimo con la sua Alfa Romeo Giulietta nel tentativo di recuperare lo svantaggio nei confronti di Salvatore Tavano. Una prima gara che vede nel primo giro il ritiro dell’Alfa Romeo Giulietta di Adriano Bernazzani a causa di una mischia alla Prima Variante, per poi accendere una durissima lotta per la vittoria. Ferrara viene seguito da Eric Scalvini con la Hyundai i30 della BRC Racing, mentre al terzo posto troviamo Enrico Bettera con l’Audi RS3 LMS di Pit Lane.

Luigi Ferrara porta a casa una bella doppietta da Monza, ma non il titolo

Luigi Ferrara porta a casa una bella doppietta da Monza, ma non il titolo

Si mette in mostra anche il macedone Igor Stefanovski con la Seat Leon, all’esordio nel campionato italiano. Tavano si ritrova in difficoltà sul bagnato ma non si danna particolarmente l’anima, visto che un quinto posto gli basta per diventare matematicamente campione. Nel frattempo riprendono la strada dei box l’elvetico Joerg Schori con la Seat Leon e poi Andrea Argenti con l’Opel Astra della South Italy. Ferrara riesce a vincere su Scalvini e Bettera; tutti e tre sono penalizzati di cinque secondi per violazione dei limiti di pista, ma il quarto classificato Andrea Larini con la Seat Leon della Pit Lane è troppo lontano per approfittarne. La penalità inflitta a Stefanovski invece è determinante ai fini del titolo.

Matteo Greco vince tra le vetture DSG davanti a Massimiliano Gagliano e Alessandro Thellung

Matteo Greco vince tra le vetture DSG davanti a Massimiliano Gagliano e Alessandro Thellung

Col macedone retrocesso settimo, dietro anche la Honda Civic di Lorenzo Nicoli, Salvatore Tavano fa sua la quinta posizione e con essa il titolo 2018 della serie TCR Italy. Il team ufficiale Seat fa festa anche con Matteo Greco che vince tra le vetture DSG davanti al compagno di team Massimiliano Gagliano ed al romano Alessandro Thellung risalito dal fondo dopo un incidente nelle qualificazioni con la Leon della BF. Nella seconda manche la bagarre è al calor bianco con Federico Paolino subito fuori dopo una collisione alla Prima Variante con Bernazzani; quest’ultimo, con qualche danno al posteriore sinistro, riesce stavolta a continuare.

Nella seconda manche Federico Paolino subito fuori dopo una collisione alla Prima Variante con Bernazzani

Nella seconda manche Federico Paolino subito fuori dopo una collisione alla Prima Variante con Bernazzani

Perde terreno anche Ermanno Dionisio al ritorno in campo con l’Audi RS3 LMS sistemata dopo l’urto di Misano; il lombardo è costretto a fermarsi per non colpire i due avversari. Al nuovo via la lotta contrappone Ferrara, Stefanovski, Bettera, Tavano e Scalvini. Questi ultimi però entrano in collisione alla Prima Variante, Scalvini va in testacoda e riparte staccato mentre Tavano subirà un Drive Through. Poco più tardi anche Stefanovski e Bettera entrano in collisione nella stessa curva ed il secondo, spinto sui dissuasori, ha la peggio dovendo fermarsi sull’erba. Il macedone subisce un Drive Through e finisce ai margini della Top Ten. Ferrara, privo di avversari, si invola verso una doppietta dal sapore amarognolo.

In gara 2 Andrea Argenti (a destra) con l’Opel Astra chiude nono mentre Francesco Savoia è undicesimo

In gara 2 Andrea Argenti (a destra) con l’Opel Astra chiude nono mentre Francesco Savoia è undicesimo

Nicoli chiude secondo mentre alle spalle del romano si esaltano i piloti della classe DSG, con Greco terzo assoluto e Gagliano immediatamente alle sue spalle. Ritorno nelle posizioni di altissima classifica per Edoardo Cappello, quinto con l’Alfa Romeo Giulietta di Otto Motorsport davanti a Larini ed a Thellung che, dopo una gara super, completa il podio della classe DSG. Qualche soddisfazione anche per Mauro Guastamacchia che, dodicesimo in prima manche, chiude ottavo la seconda davanti ad Argenti e Stefanovski. Tavano in extremis attacca il pugliese Francesco Savoia che però mantiene l’undicesimo posto assoluto.

Il podio DSG di gara 2 del TCR Italy Touring Car Championship

Il podio DSG di gara 2 del TCR Italy Touring Car Championship

Chiudono la classifica Dionisio, Bernazzani e Scalvini che sul finire di gara fora anche l’anteriore destra. Weekend da dimenticare per la Target di Walter Gummerer, in campo con le Honda Civic affidate a Marco Pellegrini Anatrella e Jurgen Schmarl. Già in difficoltà sull’umido della prima manche, i due restano vittime di guasti meccanici nella seconda gara e sono costretti al rientro in pit-lane. Si chiude così una positiva edizione 2018 della serie TCR Italy. La formula tecnica introdotta pochi anni fa continua a funzionare ed in alcune gare si sono raggiunte le trenta unità sullo schieramento, facendo veramente rivivere gli anni d’oro del Superturismo D2.

Mauro Guastamacchia dodicesimo in gara 1 chiude ottavo la seconda

Mauro Guastamacchia dodicesimo in gara 1 chiude ottavo la seconda

Condividilo con:


Articoli simili:

Rally San Martino del Lago per Uzzeni Franco Uzzeni e Danilo Fappani si aggiudicano il Rally San Martino del Lago Torna in scena il Rally Circuit Series con il Rally San Martino del La...
Monte Erice: Faggioli cannibale ma Scola spaventa Il podio della Monte Erice, terzultima gara del Campionato Italiano Velocità Montagna Simone Faggioli continua a mietere successi nel CIVM con la No...
Martini e Cimarelli nella prima del Trofeo d’Inver... Lo start del Trofeo d’Inverno con in testa il vincitore Enrico Martini (Foto Signori) L’Autodromo di Magione ospita la prima gara stagionale su pist...
CIVM, alla Cronoscalata del Reventino Merli cade c... Sette giorni fa Christian Merli festeggiava il successo a Rechberg contro il mattatore Simone Faggioli, oggi il trentino si trova costretto a piangere...