Rally di Svezia: Neuville OK Ogier KO

Nico Patrizi
Pubblicato il febbraio 18, 2018, 8:30 pm
8mins

Con il primo acuto sulle nevi del Rally di Svezia, Thierry Neuville si candida quale il principale avversario di Sebastien Ogier nella corsa al titolo Mondiale Rally 2018. Il belga spezza così la lunga scia sfortunata che l’ha perseguitato nelle scorse stagioni ed anche nel Rally di Montecarlo corso poche settimane fa e sugli insidiosi tracciati svedesi conquista la prima vittoria stagionale. Perfetta la sintonia con il coequipier Nicolas Gilsoul e la Hyundai i20 Coupe Wrc. Con questa vittoria il belga passa in testa alla classifica provvisoria di campionato. Per contrasto tutto storto a Sebastien Ogier e Julien Ingrassia con la Ford Fiesta Wrc. Il francese non riesce mai ad emergere sulla neve scandinava e sul finire della gara subisce anche una penalità di oltre quattro minuti per essere arrivato in ritardo all’ultimo controllo orario.

Meritatissima piazza d'onore per Craig Breen con la Citroen C3 Wrc

Meritatissima piazza d’onore per Craig Breen con la Citroen C3 Wrc

Il pluricampione francese termina così solamente all’undicesimo posto ed ora nella graduatoria di campionato lamenta undici punti di ritardo su Neuville. Già dal Rally del Messico non saranno più ammessi errori per il francese. Al secondo posto spicca la Citroen C3 Wrc che torna ai piani alti, non però con il pilota di punta Kris Meeke bensì con l’irlandese Craig Breen che sembra tornato in buona forma dopo la sfortuna iniziata nello scorso Rally d’Australia. Breen e Martin Scott conquistano un argento che può contare molto in ottica campionato. Terzo posto per Andreas Mikkelsen ed Anders Jaeger che completano il successo della Hyundai con la i20 Coupe Wrc. Per il norvegese una gara di vertice con un ritardo di poco più di mezzo minuto nei confronti di Neuville. Per il quarto posto è bagarre fino al traguardo con Esapekka Lappi e Janne Ferm grandi protagonisti con la Toyota Yaris Wrc.

Termina ai piedi del podio Esapekka Lappi protagonista con la Toyota Yaris Wrc

Termina ai piedi del podio Esapekka Lappi protagonista con la Toyota Yaris Wrc

Grazie all’ultimo tempo sulla Powet Stage di Torsby, Lappi scavalca in extremis la Hyundai i20 Coupe Wrc di Hayden Paddon. Il neozelandese comunque porta punti preziosi alla casa coreana nel quadro del Campionato Costruttori. Sesto posto per Mads Ostberg e Torstein Eriksen. Il nuovo binomio compie una gara decorosa e porta in alto la Citroen C3 Wrc ufficiale loro affidata. Non riesce più a trovare il ritmo migliore invece Jari-Matti Latvala con la Toyota Yaris Wrc. Il finnico -sempre con Miikka Anttila sul sedile di destra della Toyota Yaris Wrc- termina solamente settimo, davanti alla prima delle Ford Fiesta Wrc di Teemu Suninen e Mikko Markkula. Nono posto per Ott Tanak e Martin Jarveoja, protagonisti anche di una collisione con Kris Meeke nelle fasi centrali di gara. La Toyota resta bloccata nella neve e perde minuti preziosi per ripartire giocandosi ogni chance di un piazzamento di alto livello.

Dobbiamo scendere all'ottava posizione per trovare la prima Ford Fiesta Wrc di Teemu Suninen e Mikko Markkula

Dobbiamo scendere all’ottava posizione per trovare la prima Ford Fiesta Wrc di Teemu Suninen e Mikko Markkula

Kris Meeke riesce a continuare ma la sua gara sarà irta di difficoltà ed alla fine l’inglese si ritirerà dopo l’ultima speciale. La top ten viene completata dalla Ford Fiesta Wrc di Elfyn Evans e Daniel Barritt. Alle spalle di un Ogier sfortunatissimo chiude, in dodicesima piazza assoluta, il vincitore della WRC 2, il giapponese Katsuta Takamoto con la Ford Fiesta R5. Una sorpresa a metà: infatti il nipponico si è messo in mostra dopo una serie di stagioni in Scandinavia, e già nello scorso Arctic Rally di fine gennaio aveva offerto una prestazione eccellente. Per Tommi Makinen, che lo schiera nel suo team ed ha affinato le sue capacità di guida, decisamente una grande soddisfazione. Sconfitto lo squadrone ufficiale Skoda con la Fabia R5 di Pontus Tidemand ed Ole Kristian Veiby che completano il podio di categoria: per Veiby andatura evidentemente condizionata dall’uscita di strada patita a Montecarlo.

Pontus Tidemand con la Skoda Fabia R5 deve accontentarsi del secondo posto nella WRC2

Pontus Tidemand con la Skoda Fabia R5 deve accontentarsi del secondo posto nella WRC2

Al quinto posto della WRC 2 una vecchia conoscenza del mondo dei rally: si tratta di Janne Tuohino, antico prodotto della fucina di Kikki Kivimaki e campione finlandese nel 2001, tornato in campo dopo una lunghissima assenza. Per Janne e Reeta Hamalainen un buon sedicesimo posto assoluto. Esordio stagionale per i concorrenti del Junior Wrc, tutti su Ford Fiesta R2T. Il successo arride a Denis Radstrom e Johan Johansson ai danni di Emil Bergkvist che si affida ad un navigatore di qualità quale Ola Floene. Sfortuna per gli italiani con Enrico Oldrati fuori dopo sole quattro speciali e Luca Bottarelli e Manuel Fenoli ottavi di categoria. Va detto che tutti i nostri portacolori sono finiti oltre la trentesima posizione. Il migliore è Luca Hoelbling trentaquattresimo con la Skoda Fabia R5. Per il veronese e Mauro Grassi una bella prova in attesa di tornare in campo tra due settimane al Rally Valtiberina Città di Arezzo.

Luca Hoelbling e Mauro Grassi trentaquattresimi con la Skoda Fabia R5.

Luca Hoelbling e Mauro Grassi trentaquattresimi con la Skoda Fabia R5.

Alle spalle di Luca termina Tamara Molinaro con Martijn Wydaeghe alle note della Ford Fiesta R5. La lombarda raccoglie esperienza sul nuovo bolide dopo una dura stagione 2017 con la Opel nel Campionato Europeo. Umberto Scandola e Andrea Gaspari terminano quarantanovesimi con la Skoda Fabia R5 dopo vari problemi tecnici ed anche una penalità di due minuti e cinquanta. Senza grosse pretese la gara di Gianluca Linari e Nicola Arena, da molti anni presenti nel WRC e cinquantaduesimi con la Ford Fiesta R5. Chiude purtroppo la classifica al cinquantottesimo posto la Mitsubishi Lancer Evo IX di Giacomo Frisiero e Giovanni Agnese in notevole difficoltà e pure penalizzata di venti secondi. Il prossimo appuntamento del WRC sarà sugli ostici sterrati messicani. Per Ogier è già prova d’appello, Neuville non potrà quindi cullarsi sugli allori

Condividilo con:


Articoli simili:

Rally di Monte Carlo: s’illude Loeb, vince Ogier Sebastien Ogier si aggiudica di misura il Rally di Monte Carlo (Photo4) L’atteso start del Mondiale Rally riparte nel segno di Sebastien Ogier e J...
CIR, al Rally del Salento prove tecniche di fuga p... Il Rally del Salento, da questa stagione reinserito nel giro del CIR come quinta tappa, registra lo schiacciante dominio di Paolo Andreucci ed Anna An...
Rally San Martino di Castrozza, rivincita per Sign... Il Campionato Italiano WRC ha chiuso i giochi per il titolo già al Rally del Friuli due settimane fa, ma Marco Signor e Patrik Bernardi non sono rimas...
CIR: cinquina di Andreucci sul Titano Vittoria di Paolo Andreucci al Rally San Marino, quinta tappa del CIR (Photo4) Cinquina di Paolo Andreucci al Rally San Marino, quinto impegno della...