Rally di Sanremo, per Andreucci e Peugeot riscatto trionfale

Nico Patrizi
Pubblicato il aprile 01, 2017, 8:30 pm
6mins

Alla sessantasettesima edizione del Rally di Sanremo, Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, con la Peugeot 208 T16 R5 tornano subito alla vittoria nel Campionato Italiano Rally. Dopo il ritiro patito al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, il garfagnino domina il rally della “Città dei Fiori”, uno degli eventi più prestigiosi della serie, ipotecando il successo già nella prima giornata di gara. Unico ostacolo verso la vittoria il miglior tempo di Umberto Scandola sull’unico passaggio di San Romolo, seconda speciale in programma, che permette al pilota ufficiale Skoda di portare la sua Fabia R5 davanti al gruppo. Andreucci risponde però con il miglior crono nella terza speciale di Semoigo tornando al comando e restandoci fino alla fine dei giochi. Unico acuto in risposta al netto al predominio del toscano, il miglior tempo di Hayden Paddon con la Hyundai i20 nella speciale Mini Ronde, dove tra l’altro esce rovinosamente di strada la Ford Fiesta R5 di Simone Campedelli.

Il podio del Rally di Sanremo con Andreucci, Paddon e Scandola

Il podio del Rally di Sanremo con Andreucci, Paddon e Scandola

Il neozelandese però non riesce ad imporre il suo ritmo limitandosi a tenere alle spalle Scandola. Andreucci mantiene il vantaggio su Paddon sopra il mezzo minuto facendo sue le prime quattro speciali della seconda giornata. Nell’ultima piesse, la seconda ripetizione della Ginesio-Colle d’Oggia, svettano Andrea Nucita e Marco Vozzo con la Skoda Fabia R5. Il siciliano si riscatta in parte dopo essere precipitato in classifica per un’uscita di strada patita sulle strade di San Romolo. Andreucci va a vincere, con trentotto secondi e sei decimi di vantaggio su Paddon. Terzo e più staccato Scandola. Quarta posizione con un distacco di tre minuti e mezzo Alessandro Perico con la Skoda Fabia R5. Non sfigura Elwis Chentre con la Hyundai i20 e Fulvio Florean alle note. Il valdostano porta a termine l’evento ligure con il quinto posto, nonostante le difficoltà patite nell’ultima speciale con l’asfalto bagnato da una fitta pioggia.

Hayden Paddon con la Hyundai i20 prova a scalzare in tutti i modi Andreucci dalla vetta della classifica

Hayden Paddon con la Hyundai i20 prova a scalzare in tutti i modi Andreucci dalla vetta della classifica

Problemi anche per Ivan Ferrarotti che sulla PS Bignone apre la ruota posteriore destra della Ford Fiesta R5. Poi i meccanici riescono a sistemare l’auto senza perdere troppo tempo permettendo al pilota di intascare il sesto posto assoluto. Dopo l’uscita contro un albero a Montecarlo arriva il riscatto per Fabrizio Andolfi jr che con Marco Menchini alle note termina settimo con l’Abarth 124 Rally, migliore del gruppo in gara con la RGT piemontese. Ottavo posto eccezionale e vittoria tra le 2 Ruote Motrici per Kevin Gilardoni e Corrado Bonato con la Renault Clio R3T, davanti all’Abarth 124 Rally di Philippe Gache. Decimo posto finale e vittoria in R2B per Marco Pollara con Giuseppe Princiotto alle note ed al volante della Peugeot 208 Vti. Alle sue spalle chiude Luca Bottarelli anche lui su Peugeot 208 Vti. Nella classifica di Gara 2, però, Bottarelli ha la meglio su Pollara per la graduatoria Junior.

Umberto Scandola porta la sua Skoda Fabia R5 fino al terzo posto

Umberto Scandola porta la sua Skoda Fabia R5 fino al terzo posto

Più staccate la Peugeot 208 di Tobia Gheno, Marco Cortese, Riccardo Pederzani e Mattia Vita. Quest’ultimo vede il suo piazzamento assoluto condizionato da una penalità di un minuto e dieci secondi. Tra le R1 Alberto Paris con la Twingo ha la meglio su Lorenzo Coppe che si consola col primato tra le Suzuki Swift. Numerosi i piloti stranieri al via e spicca la performance di Hiroki Arai tredicesimo assoluto con la Ford Fiesta. Alle sue spalle Kalle Rovanpera che con la Peugeot 208 T16 sconta alcuni problemi nella seconda giornata di gara. Katsuta Takamoto, con la Ford Fiesta R2B, termina ventisettesimo dopo avere patito un incidente nella prima giornata di gara ed essere rientrato con la formula Super Rally. Da notare inoltre che Totò Riolo e Danilo Ameglio, due sicuri protagonisti della corsa, sono stati esclusi per assenza del sottotuta nel corso della prima giornata di gara.

Un po' di sfortuna per Andrea Nucita e Marco Vozzo per un’uscita di strada

Un po’ di sfortuna per Andrea Nucita e Marco Vozzo per un’uscita di strada

Un peccato perché stavano andando entrambi molto bene. Sono quarantadue le vetture che terminano la corsa valida per il CIR. A queste si aggiungono le trenta del Sanremo Leggenda, corsosi su sei prove speciali, con vittoria di Pasquale ed Arianna Tarantino con la Peugeot 207 Super 2000 davanti alla Renault Clio R3C di Paolo Benvenuti ed alla Peugeot 208 Vti di Danilo Baravalle. Spicca il decimo posto della Hyundai i20 di Burak Cukurova e Vedat Bostanci.

Ottavo posto assoluto e vittoria tra le 2 Ruote Motrici per Kevin Gilardoni e Corrado Bonato con la Renault Clio R3T

Ottavo posto assoluto e vittoria tra le 2 Ruote Motrici per Kevin Gilardoni e Corrado Bonato con la Renault Clio R3T

Condividilo con:


Una risposta a: Rally di Sanremo, per Andreucci e Peugeot riscatto trionfale