Rally Balcone delle Marche, vince Ricci tra i colpi di scena

Nico Patrizi
Pubblicato il novembre 19, 2017, 8:15 pm
7mins

Continua la marcia del Raceday 2017/2018 che, sugli sterrati del Rally Balcone delle Marche, mette in campo la seconda prova stagionale. Il vincitore della corsa di Cingoli, che da ormai un paio di anni ha abbandonato la connotazione di Ronde, è lo specialista degli sterrati Luigi Ricci. Con Christina Pfister sul sedile di destra della Ford Fiesta R5, si accaparra la vittoria pur avendo conquistato solamente una speciale, il secondo passaggio della “Panicali”. Grossa sfortuna per i primi due leader della classifica assoluta, ovvero l’umbro Francesco Fanari ed il veneto Andrea Smiderle. Fanari vince il primo passaggio di Panicali con la Ford Fiesta Wrc, ma già nella speciale successiva, la prima ripetizione della “Dei Laghi”, retrocede in classifica dopo essere uscito con il nono tempo parziale. Smiderle vince la speciale e rileva al comando il pilota di Spello, ma sulla seconda ripetizione della “Dei Laghi” esce con un tempo altissimo e retrocede al dodicesimo posto provvisorio. Ricci passa quindi al comando e lo mantiene fino alla pedana di arrivo malgrado le ultime tre prove speciali se le aggiudichi tutte la Ford Fiesta R5 di Nicolò Marchioro e Marco Marchetti. Guidando di conserva Ricci mantiene un vantaggio di tre secondi netti su Marchioro, iscrivendo il suo nome nell’albo d’oro della corsa marchigiana. Terzo posto per un’altra Ford. Si tratta della Fiesta R5 di Mauro Trentin ed Alice De Marco, che contengono nella parte finale di gara l’offensiva di Fanari estromettendolo dal podio. Al quinto posto un protagonista dei rally italiani, Max Rendina. Il “deus-ex-machina” del Rally di Roma porta in gara una Skoda Fabia R5. Con il fido Emanuele Inglesi alle note, intasca un buon piazzamento dimostrando una volta di più la sua polivalenza.

Sfortunata la prova dell’umbro Francesco Fanari, quarto al traguardo dopo una bella partenza

Sfortunata la prova dell’umbro Francesco Fanari, quarto al traguardo dopo una bella partenza

Vittoria in Super 2000 per Christian Marchioro che, accompagnato da Silvia Dall’Olmo, porta la sua Peugeot 207 al sesto posto assoluto davanti alla Mitsubishi Lancer Evo IX di Valter Pierangioli, vincente in R4; il toscano dimostra di avere rapidamente recuperato i ritmi migliori dopo il “comeback” di Radicofani. Ottava posizione per Marco Gianesini, il lombardo non sfigura con la Skoda Fabia R5 nonostante sia notoriamente più a suo agio sugli asfalti del Nord-Ovest. Dopo un tentativo di rimonta Andrea Smiderle ottiene la nona posizione con la Fiesta Wrc. A completare la Top Ten è la “vecchia” Peugeot 206 Wrc di Luca Vicario e Stefano Doneddu, che termina con lo stesso tempo del promettente siciliano Matteo Franco Vintaloro. Con la Peugeot 208 T16, Vintaloro si conferma pretendente al titolo del Terra 2018, atteso ad un deciso salto di qualità. La Sicilia viene ben rappresentata anche da Giuseppe Tripolino su Mitsubishi Lancer Evo IX. Per lui dodicesimo posto assoluto cedendo una posizione sul filo di lana proprio a Vintaloro, e secondo in classe R4. La lotta per la supremazia in Gruppo N contrappone le classiche berline giapponesi e stavolta s’impone la Mitsubishi Lancer Evo IX degli sloveni Darko Peljhan e Anja Verbic. Bruno Bentivogli, reduce dalla vittoria a Radicofani, stavolta deve arrendersi con un distacco di oltre quattro secondi. Terzo posto di Gruppo per Michele Piccolotto con la Lancer Evo X. In R3C bel successo per il veterano sammarinese Jader Vagnini con la Renault Clio R3, sul sedile di destra della vettura francese stavolta c’è Marco Baldazzi. Nettissimo il vantaggio nei confronti del secondo di classe, Filippo Baldinini con la Renault Clio della Scuderia Malatesta. In R2B vittoria per Jacopo Trevisani con la Peugeot 208 R2 e per lui diciottesimo posto assoluto.

Ottava posizione per il lombardo Marco Gianesini con la Skoda Fabia R5

Ottava posizione per il lombardo Marco Gianesini con la Skoda Fabia R5

Sconfitto Alessandro Nerobutto anche lui al volante di una 208 R2, da notare che il terzo posto di classe lo conquista un’insolita Opel Adam pilotata dal sammarinese Marco Fantini. In N3 ancora vittoria per Armando Ioriatti ed Elia Molon già vincitori del titolo di classe nel Terra con l’Opel Astra Gsi sotto i colori Hawk Racing. Dopo la vittoria di Radicofani Luca Panzani continua a raccogliere esperienza sulla terra e “bissa” il successo di classe A5 con la MG ZR 105. Anche stavolta lo accompagna Alessia Bertagna. Nella N2 il sammarinese Davide Gasperoni fa valere la sua esperienza e vince con la Peugeot 106 Rallye. Da San Marino arrivano anche alcune interessanti BMW, tra cui la M3 E30 di Daniel Rocchi che vince la classe A8 dopo il ritiro di Radicofani. Poi al traguardo arriva anche la 320i E36 di Giovanni Battista Muccioli con Enrico De Marini alle note, ma questo bolide è fresco di preparazione e conclude al sessantasettesimo posto, davanti soltanto alla Suzuki Swift di Davide Ramoino. Malgrado la maglia nera quest’ultimo intasca comunque un trofeo, la vittoria in classe R1B. Un altro pilota di San Marino sugli scudi è Ettore Bacciocchi che con la Fiat Uno Turbo si aggiudica la classe A7 con il fido Simone Manzaroli sul sedile di destra. Non molti i ritiri, in gran parte dovuti a rotture meccaniche. Tra questi vanno citati Tommaso Mascitti con la Lancia Delta Integrale ed Alessandro Succi con la Bmw M3 E30. Peggio va a Luciano Cobbe che nello shakedown compie un brutto “looping” con la Ford Focus Wrc dovendo rinunciare alla gara. Per lui ogni chance di riscatto è rinviata al casalingo Prealpi Master Show di Dicembre, che chiuderà la prima parte della stagione Raceday.

Condividilo con:


Articoli simili:

Spoldi domina al Rally Città di Varallo Ivan Spoldi vince il Rally Città di Varallo e Borgosesia (Foto Glauco Targa) Al volante della vettura più potente, Ivan Spoldi ha vita facile nella ...
Tripletta Ford al Nido dell’Aquila Luciano Cobbe e Fabio Turco vincitori del Nido dell’Aquila (Foto Davide Monai) L’appassionante stagione 2015/2016 del Raceday Ronde Terra parte da N...
CIR: cinquina di Andreucci sul Titano Vittoria di Paolo Andreucci al Rally San Marino, quinta tappa del CIR (Photo4) Cinquina di Paolo Andreucci al Rally San Marino, quinto impegno della...
Ronde Valtiberina, a Poti Cobbe emerge dal fango L’edizione 2017 della Ronde Valtiberina segna l’inizio del rush finale del Raceday Ronde Terra. Sugli sterrati di Poti spicca quest’anno la pioggia ba...