Porsche Carrera Cup, Rovera fulmine in Francia

Redazione
Pubblicato il maggio 13, 2018, 8:30 pm
6mins

La Tsunami RT vuole confermarsi sul trono della Porsche Carrera Cup Italia 2018 e al Paul Ricard di Le Castellet è giunta una perentoria doppietta del campione in carica Alessio Rovera. Già in gara uno Rovera impone la sua legge sfruttando a dovere la pole position ed allungando sul resto del gruppo. Va tutto storto a Tommaso Mosca, suo compagno di team salito alla ribalta con la vittoria di Imola. Resta piantato al via ed è costretto ad una dura risalita dal fondo. Per il secondo posto si mette in mostra il figlio d’arte calabrese Simone Iaquinta.

Il podio di gara 1

Il podio di gara 1

Con una gara corretta Iaquinta ha la meglio su Gianmarco Quaresmini, migliore tra i piloti dello squadrone Dinamic. Continua a brillare anche l’ex-pilota di Formula 4 Diego Bertonelli, che termina a ridosso del podio. Scontro in famiglia per la quinta posizione tra due piloti della Ghinzani Arco. La spunta Daniele Cazzaniga che precede Luca Segù dopo un confronto duro ma sempre corretto. La rimonta di Mosca si ferma all’ottavo posto sul campo; che diventa poi settimo a tavolino dopo i dieci secondi di penalizzazione inflitti ad Enrico Fulgenzi, retrocesso nono alle spalle anche di Giovanni Berton.

Undicesimo posto assoluto e vittoria nella SIlver Cup in gara 1 per Riccardo Cazzaniga

Undicesimo posto assoluto e vittoria nella SIlver Cup in gara 1 per Riccardo Cazzaniga

Per il marchigiano la stagione 2018 si conferma irta di difficoltà. Completa la Top Ten assoluta Simone Pellegrinelli con la Porsche curata da Bonaldi. Dopo l’incidente di Imola Riccardo Cazzaniga si riscatta vincendo la Silver Cup e chiude anche undicesimo assoluto. Completano il podio della Silver Cup Gianluca De Lorenzi e Claudio Giudice, quest’ultimo in campo sulla Guest Car. Per quanto riguarda la Michelin Cup, la corsa è una vera battaglia. Il vincitore sul campo sarebbe ancora una volta l’arabo con licenza canadese Bashar Mardini, ma il mancato rispetto dei limiti della pista gli costa una penalità di cinque secondi e quindi la vittoria di categoria.

Luca Pastorelli protagonista della Michelin Cup

Luca Pastorelli protagonista della Michelin Cup

Niccolò Mercatali ringrazia ed incassa il successo, e fa festa anche Luca Pastorelli che dopo avere distrutto una scocca ad Imola torna in campo nel migliore dei modi. Mardini salva il podio grazie anche alla bagarre tra Alex De Giacomi e Marco Cassarà. I due si toccano a due passi dal traguardo, e mentre De Giacomi finisce in testacoda e perde posizioni il portacolori della Ombra subisce una penalità di venticinque secondi che lo retrocede nelle retrovie. La seconda manche è caratterizzata da un asfalto ancora umido per le fortissime piogge mattutine. Segù occupa la pole ma una sua incertezza al via fa sì che i “big” lo scavalchino immediatamente.

Il passaggio sotto la bandiera a scacchi di Alessio Rovera in gara 2

Il passaggio sotto la bandiera a scacchi di Alessio Rovera in gara 2

Bertonelli va in vetta, ma Rovera è scatenato e dopo un breve duello si porta al comando per poi mantenerlo fino alla bandiera a scacchi. Sempre in alta classifica si registra una nuova collisione tra Iaquinta e Daniele Cazzaniga. A differenza di Imola il pilota di Ghinzani è in grado di riprendere la corsa, ma il nervosismo tra i due piloti cresce gara dopo gara. Ad ogni modo, Iaquinta subisce una penalità di venticinque secondi che lo farà precipitare fuori dalla Top Ten assoluta. Mentre Rovera va a vincere su Bertonelli ed allunga in classifica di Campionato, Tommaso Mosca occupa un buon terzo posto che gli consente di non perdere troppo contatto in ottica titolo.

Il podio della Silver Cup in gara 2

Il podio della Silver Cup in gara 2

Segù si riscatta dal via stentato chiudendo quarto, finora il suo miglior piazzamento nella serie. Ancora in difficoltà Fulgenzi che termina quinto davanti a Berton e Daniele Cazzaniga autore di una rimonta feroce. Alle sue spalle Riccardo Cazzaniga che trionfa ancora in Silver Cup. Subisce anche cinque secondi di penalità per non rispetto dei limiti della pista, ma ciò non altera il suo piazzamento finale. Alle sue spalle nuova lotta per la supremazia in Michelin Cup con protagonisti Luca Pastorelli e De Giacomi. Il portacolori di Dinamic vince e riscatta il doppio zero di Imola recuperando punti sugli avversari.

Niccolò Mercatali incassa il successo il gara 1 nella Michelin Cup

Niccolò Mercatali incassa il successo il gara 1 nella Michelin Cup

Completa il podio di classe Cassarà in ripresa dopo gli eccessi della prima manche. Solo quarto Bashar Mardini davanti a Federico Reggiani, che in prima manche si era dovuto ritirare. Tra le Silver Cup podio completato da Claudio Giudice e da “Giagua”, subentrato a Stefano Stefanelli. Nulla da fare per Gianluca De Lorenzi costretto ai box per noie tecniche. Prossima gara di campionato a Monza il primo fine settimana di Giugno.

Condividilo con:


Articoli simili:

Super GT Cup: trionfo di Nicolas Costa Meritata vittoria di Nicolas Costa in Super GT Cup La Super GT Cup conclude il suo cammino al Mugello abbinata come sempre alla GT Cup, alla Cayman ...
Porsche Carrera Cup, dopo la paura finalmente Iaqu... Il weekend della Porsche Carrera Cup Italia 2018 al Mugello Circuit parte malissimo con l’incidente nelle qualifiche tra le vetture di Tommaso Mosca e...
F4: lo spettacolo continua a Imola L’argentino Marcos Siebert s'impone nella prima gara della F4 a Imola Anche all’Autodromo di Imola la Italian F4 Championship offre tre gare piene z...
Porsche Carrera Cup, Mosca e Rovera alla prima di ... La Porsche Carrera Cup Italia 2018 parte dall’Autodromo di Imola con molti motivi di interesse. Primo tra tutti l’esordio della nuova versione della 9...