Nuova Kia Optima, una media con ambizione da grande

    La Nuova Kia Optima è pronta ad apparire nei listini di tutto il mondo. La vettura made in Corea sarà disponibile in tre versioni anche molto differenti tra loro, ma dalle prerogative tutto sommato abbastanza simili. Si punta molto su design e comodità, oltre a consumi più bassi rispetto alla diretta concorrenza. Ma vediamo quali sono le caratteristiche delle tre varianti di questo nuovo modello.

    La Kia Optima GT si distingue per il look decisamente sportivo

    Partiamo dalla Kia Optima GT, la berlina sportiva che fa sognare già dal suo nome. Si tratta della vettura più prestazionale mai prodotta dalla Casa sudcoreana, con un’impronta atletica che appare davvero evidente. L’obiettivo è quello di ottenere il successo definitivo in Europa grazie ad una vettura molto accattivante. Ad esaltare il look sportivo c’è il disegno del paraurti, i profili cromati della griglia e delle prese d’aria, gli inediti gruppi ottici con illuminazione diurna a LED, linee filanti e cerchi in lega da 18 pollici che lasciano intravedere le vistose pinze del potente impianto frenante. Nel posteriore spicca il vistoso logo GT e il profilo estrattore inferiore con i doppi terminali di scarico. Non vanno dimenticate anche le sospensioni molto performanti per effetto di specifiche tarature e controllate elettronicamente. Il motore è il turbo benzina da 2.0 litri T-GDI capace di sprigionare sull’asfalto una potenza massima di ben 245 cavalli abbinato al cambio automatico a sei rapporti.

    Gli interni della Nuova Kia Optima sono spaziosi e ricchi di dotazioni di serie

    Tutta da scoprire è anche la Kia Optima Sportwagon, dalla carrozzeria familiare ma dall’anima aggressiva. Per Kia è il debutto assoluto nel segmento delle wagon di fascia D. E’ il risultato dello sviluppo del concept SportSpace ove si è cercato di mescolare al meglio stile e funzionalità, offrendo una capacità di carico a partire da 552 litri nella configurazione a 5 posti. Lunga 4,85 metri e larga 1,86, la vettura possiede una linea molto filante, la sensazione di massima spaziosità è davvero evidente e si punta molto su un’innovativa tecnologia di Infotainment, con la connettività per piattaforme Android ed Apple garantita da gestione vocale. Kia ha lavorato molto sulla robustezza della scocca in grado di resistere ed assorbire urti di una certa entità. La sicurezza è inoltre garantita da una lunga serie di sistemi che tengono la guida sotto controllo. Sotto il cofano troviamo il rinnovato propulsore a gasolio da 1.7 litri con potenza di 141 cavalli, parco nei consumi e basse emissioni di anidride carbonica, abbinato a un cambio manuale a sei marce o all’automatico doppia frizione a sette rapporti. Il benzina è il 2.0 litri T-gdi da 245 cv montato anche sulla GT abbinato al cambio automatico a sei rapporti.

    Nel posteriore della Kia Optima salta all’occhio il profilo estrattore inferiore con i doppi terminali di scarico

    Infine, ecco un’ibrida plug-in hybrid di primissima categoria. Si tratta della Kia Optima PHEV, capace di funzionare tramite una sequenza di batterie ricaricabili e dall’autonomia fino a 54 chilometri senza emissioni nella sola modalità elettrica. Il motore termico ha una potenza di 156 cavalli e 2000 di cilindrata e si presta anche alla rigenerazione di carica delle batterie. Se viene unito a quello elettrico, si possono raggiungere ben 205 cavalli e, per un’auto che non nasconde una particolare impronta sportiva, è davvero un bel prendere. Un’altra prerogativa di questa vettura riguarda le modifiche sul piano dell’aerodinamica che hanno portato il Cx fino a 0,5 e nell’abitacolo troviamo tutta la tecnologia atta a segnalare ed ottimizzare lo stile di guida in funzione di minori consumi e quindi maggiore autonomia. Nonostante l’ingombro del pacco batterie, il bagagliaio della Optima mantiene una capacità di ben 307 litri. Non manca il già citato sistema di Infotainment e l’ultima evoluzione del sistema AVN (Audio Visual Navigation) con lo schermo da 8 pollici touch-screen che incorpora anche i menù specifici per i calcoli dell’autonomia elettrica e l’indicazione delle più vicine stazioni di ricarica. L’impianto audio è a sei altoparlanti mentre a richiesta è possibile gestire il suono con il sistema a 10 altoparlanti Harman Kardon e la tecnologia Clari-Fi.

    Kia Optima PHEV percorre fino a 54 chilometri in modalità elettrica

    Nuova Kia Optima viene proposta con un prezzo di partenza di 29.500 euro per la berlina classic con motore 1.7 diesel, fino ad arrivare ai 445.000 euro della PHEV Plug-in Hybrid. In ottica di plus valore vogliamo sempre ricordare che anche la gamma Optima gode della garanzia estesa Kia pari a sette anni o 150.000 che include anche gli aggiornamenti della mappe sul navigatore.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui