MotoGP, il ritorno di quell’hombre de Pedrosa

Redazione
Pubblicato il maggio 07, 2017, 8:30 pm
4mins

Trionfo per Dani Pedrosa sulla Honda ufficiale nel primo Gran Premio della MotoGP disputato sul continente Europeo, svolto come da tradizione sul tracciato spagnolo di Jerez de la Frontera. La giornata è trionfale per i colori iberici con Marc Marquez al secondo posto con la seconda Honda ufficiale e Jorge Lorenzo terzo con la Ducati ufficiale. Per Lorenzo sembra finalmente essere giunto alla fine un periodo difficilissimo nel quale ha dovuto subire più volte l’onta di essere battuto dalle Ducati private. La concorrenza di Johann Zarco, la grande sorpresa di questo primo scorcio di Motomondiale 2017, è comunque agguerrita. Il francese portacolori della Monster Yamaha Tech 3 lamenta un distacco finale di soli due secondi e nove decimi nei confronti di Lorenzo dimostrando di avere acquisito il passo dei “big” e di essere ormai pronto a lottare per la vittoria.

Jorge Lorenzo, terzo dietro le Honda, sembra essere riuscito a domare la Ducati ufficiale

Jorge Lorenzo, terzo dietro le Honda, sembra essere riuscito a domare la Ducati ufficiale

Bene anche Andrea Dovizioso che con la seconda Ducati ufficiale è quinto assoluto e migliore dei piloti italiani. Quando si dice che non tutte le ciambelle riescono col buco, anche Valentino Rossi incappa in una giornata decisamente no. Il Dottore di Tavullia non ripete le belle performance mostrate nelle prime prove di campionato e, dopo un inizio di gara nel quale raggiunge il sesto posto provvisorio con la sua Yamaha ufficiale, retrocede via via in classifica fino ad un deludente decimo posto finale. Malgrado questa contro-prestazione mantiene il comando della classifica di campionato con appena due punti di vantaggio su Maverick Vinales.

Johann Zarco, grande sorpresa di questo primo scorcio di Motomondiale

Johann Zarco, grande sorpresa di questo primo scorcio di Motomondiale

Anche il portacolori spagnolo del team ufficiale Yamaha sfigura a Jerez e riesce solamente in volata ad avere la meglio su un grande Danilo Petrucci con la Ducati OCTO Pramac. Il ternano precede poi di tre secondi Jonas Folger, compagno di Zarco nel team Monster Yamaha Tech 3 e, come il francese, in crescita gara dopo gara. Nono posto per Aleix Espargaro che porta in alto l’Aprilia ed anche il nome di famiglia vista l’ingloriosa caduta di Pol Espargaro con la KTM. Alle spalle di Rossi chiude undicesimo Scott Redding con la Ducati di Pramac, davanti alle altre due Ducati della Reale Avintia pilotate da Hector Barbera e Loris Baz.

Maverick Vinales in affanno riesce solamente in volata ad avere la meglio su Danilo Petrucci

Maverick Vinales in affanno riesce solamente in volata ad avere la meglio su Danilo Petrucci

A punti anche Bradley Smith con l’unica KTM al traguardo, ed il ceco Karel Abraham che dopo le buone cose fatte vedere ad inizio stagione sembra nuovamente decadere con la Ducati della Pull&Bear Aspar Team. Se non altro riesce a vedere il traguardo, cosa fallita ad Alvaro Bautista costretto ai box dopo un incidente con Jack Miller. Fuori dalla zona punti chiudono Sam Lowes con l’Aprilia e Takuya Tsuda con l’unica Suzuki ufficiale superstite. Andrea Iannone sembra ormai specializzarsi in assaggi di asfalto e ruzzoloni nella ghiaia delle varie piste, facendo vedere grandi possibilità che si traducono in zero punteggi. Arriveranno per lui tempi migliori. Speriamo! Non ci rimane altro che attendere il prossimo evento sul tracciato di Le Mans il 21 Maggio confidando in una riscossa di Valentino Rossi.

Condividilo con:


Una risposta a: MotoGP, il ritorno di quell’hombre de Pedrosa

Lascia un commento

  • (non verrà pubblicata)