MotoGP, a Sepang sfortuna per Rossi approfitta Marquez

Redazione
Pubblicato il novembre 04, 2018, 8:30 pm
7mins

Marc Marquez riprende a macinare vittorie in MotoGP dopo la battuta d’arresto di Phillip Island. L’iberico della Honda vince anche il round di Sepang in Malesia, che per fortuna viene risparmiato dal maltempo dopo le forti precipitazioni delle prove del sabato. La decisione di anticipare alle 13 locali la partenza della corsa si rivela azzeccata e la corsa si svolge con asfalto asciutto, salvo alcuni punti leggermente umidi. Marquez, penalizzato nelle qualifiche per una collisione con la Suzuki Ecstar di Andrea Iannone, impone la sua legge ed in pochi giri si riporta alle spalle della Yamaha ufficiale di Valentino Rossi, che in Malesia sembra ritornato a piena forma.

Lo start della MotoGP di Sepang in Malesia

Lo start della MotoGP di Sepang in Malesia

A pochi giri dalla fine però ecco la beffa, con Rossi che scivola e riparte nelle retrovie. Terminerà solamente diciottesimo, fuori dalla zona punti. Così Marquez intasca una bella vittoria che permette alla Honda di avvicinarsi ulteriormente al titolo costruttori alla luce anche del quinto posto ottenuto da Dani Pedrosa che si accomiata nel migliore dei modi dal circuito di Sepang. Sul podio c’è una doppietta spagnola visto il grande secondo posto di Alex Rins che con la Suzuki di Ecstar si esalta già nelle qualificazioni.

Alex Rins vola e conquista il miglior piazzamento stagionale con una moto in continuo progresso

Alex Rins vola e conquista il miglior piazzamento stagionale con una moto in continuo progresso

Rins vola e conquista il miglior piazzamento stagionale con una moto in continuo progresso dopo anni di difficoltà. Purtroppo non altrettanto bene va al compagno di team Andrea Iannone che si sdraia già nel primo giro e deve subito ritirarsi. Il terzo gradino del podio va ad un Johan Zarco che con la Yamaha della Tech3 sembra essere tornato ai ritmi di inizio campionato. Senza l’impasse di metà stagione il transalpino avrebbe potuto facilmente ambire al secondo posto in campionato.

Il terzo gradino del podio va a Johan Zarco con la Yamaha della Tech3

Il terzo gradino del podio va a Johan Zarco con la Yamaha della Tech3

Oltre a Zarco mostra segni di risveglio anche Maverick Vinales che salva l’onore Yamaha con il quarto posto, davanti al già citato Pedrosa al quale resta solo il casalingo round di Valencia per salutare per sempre il Motomondiale dopo una militanza di quasi venti anni. Non brillante la gara di Andrea Dovizioso che con la Ducati ufficiale termina “solamente” sesto, ma conserva il secondo posto in classifica di Campionato. A Valencia c’è da aspettarsi un suo riscatto. Continua il momento d’oro di Alvaro Bautista che seguita ad inanellare ottimi piazzamenti con la Ducati dell’Angel Nieto Team.

Maverick Vinales salva l’onore Yamaha con il quarto posto

Maverick Vinales salva l’onore Yamaha con il quarto posto

Dopo l’ottima gara australiana con la moto di Jorge Lorenzo, Bautista ottiene un altro gran settimo posto, un buon viatico per il suo debutto nel Mondiale Superbike nel 2019 con la squadra ufficiale Ducati. Alle spalle di Bautista buona performance corale dell’Alma Pramac Ducati con Jack Miller che precede il nostro Danilo Petrucci autore di una gara senza infamia e senza lode. L’aria di casa non aiuta granché Hafizh Syahrin che con la seconda Yamaha della Tech3, complice qualche problema di set-up, arriva in decima posizione.

Andrea Dovizioso con il sesto posto conserva la piazza d'onore in classifica di Campionato

Andrea Dovizioso con il sesto posto conserva la piazza d’onore in classifica di Campionato

Syahrin riceve comunque un grande applauso dai numerosi tifosi giunti a Sepang per sostenerlo ed intasca sei punti che fanno morale. Undicesimo posto per Aleix Espargaro che salva l’onore Aprilia per l’ennesima volta precedendo di giustezza Franco Morbidelli che continua a conquistare punti con la Honda della EG 0,0 Marc VDS. Dopo diverse “guest appearances” terminate male a causa di incidenti il tedesco Stefan Bradl riesce finalmente ad ottenere tre punti al manubrio della Honda LCR di solito utilizzata da Cal Crutchlow, fuori causa per un infortunio.

Ottimo undicesimo posto per l'Aprilia di Aleix Espargaro

Ottimo undicesimo posto per l’Aprilia di Aleix Espargaro

Precede Takaaki Nakagami con la Honda LCR Idemitsu, ormai abbonato ai margini della zona punti. La KTM continua a stazionare sul fondo della Top 15 e stavolta è Bradley Smith a rendere meno amara la trasferta malese della casa austriaca racimolando un punto. Pol Espargaro purtroppo è costretto al ritiro per problemi meccanici. Thomas Luthi, ormai del tutto demoralizzato, termina sedicesimo con la Honda della EG 0,0 Marc VDS precedendo Xavier Simeon che, conquistati in Australia i primi punti con la Ducati della Reale Avintia, sembra mantenere un ritmo decente.

Sfortunatissimo Valentino Rossi che a pochi giri dalla fine scivola mentre stava dominando la gara

Sfortunatissimo Valentino Rossi che a pochi giri dalla fine scivola mentre stava dominando la gara

Il belga si prende se non altro la soddisfazione di precedere un grande campione, stavolta di sfortuna, quale Valentino Rossi. Questi evita l’ultima posizione scalzando in extremis l’Aprilia dell’inglese Scott Redding messo particolarmente in crisi dal set-up. Oltre a Iannone, anche Michele Pirro finisce a terra con la Ducati ereditata da Jorge Lorenzo dopo le prove libere. L’iberico non ha ancora recuperato pienamente e ci riproverà a Valencia.

Uno solo punticino racimolato da Bradley Smith per la KTM

Uno solo punticino racimolato da Bradley Smith per la KTM

Ritirato poi anche Karel Abraham per noie meccaniche occorse alla Ducati dell’Angel Nieto Team. Una settimana di pausa e poi si torna in Europa, a Valencia, per quella che sarà la passerella trionfale di Marc Marquez davanti al suo pubblico.

Condividilo con:


Articoli simili:

CIV: a Vietti Ramus il primo tricolore Celestino Vietti Ramus si aggiudica il primo titolo della stagione 2015 del CIV Imola assegna il primo titolo della stagione 2015 del CIV. A farlo s...
WSBK: la Verdona detta legge a Misano Tom Sykes sfrutta benissimo il via dalla pole siglata in qualifica per andare alla vittoria di gara 1 Kawasaki signora e padrona del Misano World Ci...
CIV toglie il velo Il selfie del Campione Supersport Massimo Roccoli alla presentazione CIV Attesissima la partenza del CIV 2016 e l’ha fatto nella consueta cornice de...
Moto GP, Dovizioso e Ducati trionfano al Mugello Giornata trionfale per Andrea Dovizioso in occasione del Gran Premio d’Italia di Moto GP al Mugello. Il romagnolo vince per distacco una gara combattu...