Moto GP, Dovizioso a terra e poker per Marquez

Redazione
Pubblicato il novembre 12, 2017, 8:30 pm
7mins

Cala il sipario sulla Moto GP a Valencia e purtroppo per Andrea Dovizioso finisce nel peggiore dei modi, rientrando ai box dopo una scivolata nell’estremo tentativo di contenere Marc Marquez che con il terzo posto porta a casa il suo quarto titolo Mondiale nella massima categoria, il sesto della carriera. Il pilota Honda non sbaglia nulla e lascia sfogare il compagno di team Dani Pedrosa che conquista una bella vittoria casalinga per la gioia del foltissimo pubblico presente.

La partenza della Moto GP a Valencia

La partenza della Moto GP a Valencia

Il secondo posto va al Rookie of the Year Johann Zarco che con la Yamaha della Tech3 intasca il miglior piazzamento della stagione. Per il transalpino un rush finale da urlo dopo un breve appannamento coinciso con l’arrivo a spinta a Misano Adriatico. Non c’è dubbio che continuando così Zarco potrà ambire a succedere a “re” Marquez. Ai piedi del podio chiude Alex Rins al miglior piazzamento stagionale con la Suzuki.

Dani Pedrosa conquista una bella vittoria casalinga, seguito da uno straordinario Johann Zarco

Dani Pedrosa conquista una bella vittoria casalinga, seguito da uno straordinario Johann Zarco

L’atmosfera di casa galvanizza l’iberico ma anche Andrea Iannone se la cava benissimo, occupando inizialmente il terzo posto provvisorio per poi calare sulla distanza. Il migliore italiano al traguardo è Valentino Rossi che termina quinto passando proprio sul finale un buon Iannone. Per il Dottore stagione sfortunatissima con ben due infortuni a condizionare l’andamento, uno prima della gara del Mugello e l’altro costatogli la partecipazione alla casalinga Misano Adriatico.

Finiscono nella ghiaia i sogni di entrambi i portacolori della Ducati, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso

Finiscono nella ghiaia i sogni di entrambi i portacolori della Ducati, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso

Settimo posto per Jack Miller che dopo l’infortunio patito in Spagna sembra davvero rinato, dimostrando buone qualità di pilotaggio anche sull’asciutto dopo essere stato per molto tempo considerato uno specialista delle piste umide. Ottavo Cal Crutchlow che termina una stagione in chiaroscuro con la Honda di LCR, precedendo la superstite Ducati di Michele Pirro schierato come Wild Card. L’italiano tenta di tenere in alto l’onore della casa di Borgo Panigale ferito dalle cadute di Dovizioso e Jorge Lorenzo ed ottiene un piazzamento dignitosissimo.

Quinto posto e migliore italiano al traguardo per Valentino Rossi, che proprio alla fine passa Andrea Iannone

Quinto posto e migliore italiano al traguardo per Valentino Rossi, che proprio alla fine passa Andrea Iannone

Bella anche la gara di Tito Rabat che chiude la top ten con la Honda della EG 0,0 Marc VDS dopo un campionato spesso ai margini della zona punti. Stavolta a tenere alto l’onore della KTM dopo i ritiri di Pol Espargaro e Mika Kallio è Bradley Smith che termina undicesimo, unica moto della scuderia austriaca al traguardo. Per la KTM un campionato in crescendo e la certezza di fare ancora meglio nel 2018. Smith si prende anche il lusso di precedere la Yamaha di Maverick Vinales che opacizza un 2017 partito in modo brillante.

Settimo posto per Jack Miller

Settimo posto per Jack Miller

Per Vinales una caduta in verticale difficilissima da spiegare, nella prossima stagione non potrà permettersi più errori o il treno dei migliori sarà perduto per sempre. Passo indietro per Danilo Petrucci dopo l’ottima prova in Malesia, termina il campionato con un incolore tredicesimo davanti al ceco Karel Abraham che con la Ducati curata da Aspar Martinez raccoglie ancora una volta le briciole. Con l’eccezione di un guizzo d’orgoglio a Brno, Abraham ha sempre gravitato nelle retrovie e la sua posizione nella Moto GP 2018 non è saldissima.

Cal Crutchlow è ottavo al traguardo

Cal Crutchlow è ottavo al traguardo

Delude anche la Reale Avintia Racing che piazza Hector Barbera e Loris Baz al quindicesimo e sedicesimo posto. Barbera, speranza iberica ormai tramontata, non viene galvanizzato dal tifo casalingo e per lui questo punticino ha il sapore dell’addio. Anche Loris Baz è sul punto di lasciare la Moto GP, ricercato da alcune squadre della Superbike. A proposito di Superbike, delude anche la seconda incursione di Michael Van der Mark con la Yamaha di Tech3.

Bradley Smith è undicesimo con l'unica KTM rimasta in gara

Bradley Smith è undicesimo con l’unica KTM rimasta in gara

Il buon piazzamento in gara due a Losail pareva avergli restituito fiducia e voglia di risultati, ma neanche a Valencia l’olandese riesce a conquistare punti. La moto di Jonas Folger resta stregata, nessuno dei suoi sostituti -oltre a Van der Mark anche Broc Parkes e Kohta Nozane– è riuscito a conquistare un punto in questa fase finale di campionato. Se per Parkes si poteva invocare il peso di tanti anni di carriera e per Nozane l’inesperienza, non si capisce come mai anche Van der Mark abbia sfigurato così con una moto molto competitiva come testimonia il podio di Zarco.

Danilo Petrucci racimola un incolore tredicesimo posto

Danilo Petrucci racimola un incolore tredicesimo posto

Ora per la MotoGP è il momento dei test post-campionato sempre a Valencia e quindi lunga vacanza fino a Marzo 2018 con la ripresa delle ostilità a Losail, in Qatar. Nel prossimo campionato anche la novità del Gran Premio di Thailandia che si aggiunge agli altri gran premi esotici. Sarà vera gloria? E Franco Morbidelli, fresco campione in Moto2 oggi secondo nella finale di categoria vinta da Miguel Oliveira, saprà unirsi a Rossi e Dovizioso nella caccia al titolo da troppi anni ormai affare privato dei piloti iberici?

Alex Rins ottimo quarto al miglior piazzamento stagionale con la Suzuki

Alex Rins ottimo quarto al miglior piazzamento stagionale con la Suzuki

Condividilo con:


Articoli simili:

CIV: si torna in pista a Imola Il podio della Superbike nel round CIV di Misano a fine luglio Terminate le vacanze estive anche per il circus del CIV che si appresta nel prossimo ...
WSSP: giornata storica di Cluzel e MV Agusta Jules Cluzel, vincitore della prima tappa di WSSP a Phillip Island Quando si parla di scrivere una nuova pagina di storia del motociclismo non è f...
Moto GP, ad Assen trionfo italiano Nella Moto GP, dopo una lunga serie di passi falsi cominciata da Jerez de la Frontera ed aggravata anche dall’infortunio con la moto da cross patito p...
CIV: al Mugello ultime sfide Matteo Baiocco, attuale leader della Superbike Come da tradizione ormai consolidata l’epilogo del CIV -Campionato Italiano Velocità- avrà come teatr...

Lascia un commento

  • (non verrà pubblicata)