Mini Challenge, a Le Castellet Zarpellon risponde a Torelli

Il Mini Challenge Italia scende in campo a Le Castellet per il secondo weekend stagionale e già dalla prima gara si capisce che la lotta sarà al calor bianco. Gabriele Torelli ha il ritmo migliore con la vettura curata dalla Progetto E20 ed allunga subito sul resto del gruppo, mentre Gabriele Giorgi viene eliminato dalla bagarre. Alle spalle di Torelli si portano l’esperto Luca Rangoni, con la vettura curata dalla AC Racing, ed il viterbese Gustavo Sandrucci con la Mini curata da Melatini. I due tentano in tutti i modi di riportarsi sul capolista, ma senza successo, Torelli ha davvero una marcia in più e va a vincere.

E' Gabriele Torelli a vincere la prima gara in programma la Paul Ricard
E’ Gabriele Torelli a vincere la prima gara in programma la Paul Ricard

Sandrucci tenta di insidiare il secondo posto di Rangoni, ma il bolognese fa valere la sua classe e ottiene l’argento. Oltre il podio si segnala il buon quarto posto di Alessio Alcidi con la vettura della CAAL, mentre Massimo Ferraro fatica oltremodo per contenere il “Guest Driver” Francesco Neri. Il siciliano della Melatini Racing la spunta solamente negli ultimi giri. Si segnala il ritorno in azione di Eduino Menapace che con una vettura della Auto Ikaro chiude settimo davanti al figlio d’arte Tobia Zarpellon, sempre in ottima forma con la vettura del team “di famiglia”. Tutto romano il resto della Top Ten con il nono posto di Roberto Gentili ed il decimo di Gianluca Calcagni.

Il podio di gara 1 del Mini Challenge Italia
Il podio di gara 1 del Mini Challenge Italia

Quest’ultimo ha finora raccolto molto poco a causa della sfortuna e si spera in una inversione di tendenza a partire dalle prossime gare. A ridosso della Top Ten chiude Massimo Zanin che ora è atteso ad un impegno particolarmente importante: nientemeno che la Mille Miglia in cui guiderà una Fiat AR 51 Campagnola delle Forze Armate a fianco del commilitone -ed a sua volta pilota- Marco Friso. Per quanto riguarda la classe Lite, vittoria per Federico Ugo Bagnasco ai danni di Marco Santamaria, Thomas Krasonis ed Alessandro Suerzi Stefanin. Nella seconda manche via ritardato a causa delle forti piogge della mattinata.

Sul bagnato di gara 2 è Tobia Zarpellon ad avere la meglio
Sul bagnato di gara 2 è Tobia Zarpellon ad avere la meglio

Per precauzione il gruppo viene fatto partire dietro la Safety Car e resta “imbrigliato” per circa dieci minuti. Alla partenza c’è lo scatto di Tobia Zarpellon che allunga sul resto del gruppo. Partono bene anche Eduino Menapace e Francesco Neri, il particolare il “Guest Driver” di Mini Italia riesce a portarsi in seconda posizione. Menapace cede terreno e viene ripreso da un drappello formato dagli altri da Torelli, Rangoni e Filippo Maria Zanin. La bandiera a scacchi saluta il successo di Tobia Zarpellon reduce da un periodo agonistico intensissimo. Tra le gare Mini Challenge di Imola e Paul Ricard, infatti, ha conquistato il podio in Gruppo A all’ Alpe del Nevegal con la BMW M3 E36 della CZ Bassano, squadra diretta dall’inossidabile papà Giuseppe.

Il podio di gara 2
Il podio di gara 2

Francesco Neri chiude la sua esperienza nel Challenge col secondo posto, mentre Torelli viene penalizzato di cinque secondi nel post-gara e deve cedere il terzo posto a Rangoni. Quinto Sandrucci su Alcidi, Filippo Maria Zanin e Gabriele Giorgi. Tra le Lite esordio vincente per Alessandro Alcidi, fratello di Alessio con esperienze in Cronoscalate e Formule. Sconfigge nettamente Suerzi Stefanin, Krasonis e Bagnasco junior. In classifica di campionato rimangono leader Torelli tra i Pro e Bagnasco tra i Lite. Prossimo appuntamento in programma a Misano il prossimo 17 Giugno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui