Ferrari Challenge, Monza si tinge di Rosso con le Finali Mondiali

Redazione
Pubblicato il Novembre 04, 2018, 8:30 pm
6mins

Il Ferrari Challenge 2018 chiude la stagione all’Autodromo di Monza con quattro giorni dedicati alle Finali Mondiali e presenze quasi da gara di Formula 1. Nove le gare in programma tra le prove conclusive dei trofei di zona e le Finali Mondiali di Trofeo Pirelli, Coppa Shell e Coppa Shell AM che, dato il cospicuo numero di vetture in griglia, riceve uno schieramento indipendente.

Pubblico delle grandi occasioni all’Autodromo di Monza per il Ferrari Challenge (Foto Antonio Perrone)

Pubblico delle grandi occasioni all’Autodromo di Monza per il Ferrari Challenge (Foto Antonio Perrone)

Nel Trofeo Pirelli l’adrenalina è a mille e la gara si preannuncia piuttosto nervosetta specialmente tra i piloti Pro, con una prima bandiera rossa per una carambola al via provocata da tre auto e quindi un altro incidente alla Prima Variante con due auto visibilmente sinistrate ed altre vetture costrette a fermarsi o girarsi per non investire i relitti. Dopo la neutralizzazione gli ardori si raffreddano; l’Italia sfiora il colpaccio con l’ex-formulista David Fumanelli che arriva secondo dietro a Nicklas Nielsen, mentre Jens Liebhauser completa il podio del Trofeo Pirelli “principale”.

Nicklas Nielsen è il Campione Mondiale Ferrari Challenge Trofeo Pirelli Pro 2018 (Foto Antonio Perrone)

Nicklas Nielsen è il Campione Mondiale Ferrari Challenge Trofeo Pirelli Pro 2018 (Foto Antonio Perrone)

Meno problemi tra i piloti “AM” con la vittoria, per la prima volta nella storia del Ferrari Challenge, della liechtensteinese Fabienne Wohlwend, ex-protagonista della nostra Formula 4. La Wohlwend, al suo primo successo internazionale, precede Renaldi Martin Hutasoit e Martin Nelson. Leggermente meno tormentate le gare di Coppa Shell e Coppa Shell AM. Nella prima c’è però una neutralizzazione causata dall’uscita di Erich Prinoth alla Variante Ascari.

Sfiora il colpaccio David Fumanelli, secondo nel Trofeo Pirelli Pro (Foto Antonio Perrone)

Sfiora il colpaccio David Fumanelli, secondo nel Trofeo Pirelli Pro (Foto Antonio Perrone)

Dopo una fase di bandiere gialle la situazione si normalizza, salvo qualche testacoda a Lesmo e qualche contatto senza danni alla Prima Variante che coinvolgono piloti nelle posizioni di rincalzo; sta di fatto che la corsa arriva in fondo senza altri interventi della safety car, con l’elvetico Christophe Hurni che batte Thomas Tippl e una strepitosa Manuela Gostner in una giornata eccellente per la famiglia altoatesina che piazza tutti i suoi elementi nella Top Ten (la sorella Corinna ottava e Thomas nono).

Christophe Hurni è il Campione del Mondo in Coppa Shell (Foto Antonio Perrone)

Christophe Hurni è il Campione del Mondo in Coppa Shell (Foto Antonio Perrone)

A completare la giornata d’oro tra le ragazze del Ferrari Challenge, arriva poi il bel secondo posto di Agata “Agi” Smolka nella gara della Coppa Shell AM. E’ l’unica finale senza neutralizzazioni anche se la bagarre è al calor bianco e un paio di piloti finiscono nella ghiaia. Alla fine è Ingvar Mattsson il nuovo campione mondiale AM davanti alla sorprendente polacca e a John Megrue. Nella Top Ten arriva anche Giuseppe Ramelli, ex-protagonista della Coppa Italia Turismo.

Strepitosa Manuela Gostner che agguanta il terzo gradino del podio nelle Finali Mondiali (Foto Antonio Perrone)

Strepitosa Manuela Gostner che agguanta il terzo gradino del podio nelle Finali Mondiali (Foto Antonio Perrone)

Le gare finali del Ferrari Challenge Europa vedono l’aggiudicazione degli ultimi titoli. Nel Trofeo Pirelli AM, Chris Froggatt mette in carniere un altro titolo, dividendo il podio con Fabienne Wohlwend e Martin Nelson. Nicklas Nielsen tra i Pro conquista il titolo continentale precedendo Bjorn Grossmann e Jens Liebhauser. In Coppa Shell, Christophe Hurni suggella un weekend di gloria vincendo il titolo principale precedendo per una manciata di punti Erich Cheung e una scatenata Manuela Gostner, che fa sua anche la Coppa dedicata alle Ladies.

Fabienne Wohlwend è la prima donna a conquistare l'alloro in una finale mondiale Ferrari (Foto Antonio Perrone)

Fabienne Wohlwend è la prima donna a conquistare l’alloro in una finale mondiale Ferrari (Foto Antonio Perrone)

Tra gli AM ad alzare l’alloro è Murat Cuhadaroglu che supera Ingvar Mattsson ed Alexander Nussbaumer. L’ultimo scettro da assegnare nella serie Asia Pacific se lo è aggiudicato David Dicker nella classe Shell AM, vincendo la propria gara. Assegnati anche i rimanenti allori nel Challenge Nord America con Cooper McNeil vincente in Trofeo Pirelli e John Megrue che fa saltare il banco nella Coppa Shell AM.

Nicklas Nielsen, David Fumanelli e Jens Liebhauser sul podio del Trofeo Pirelli Pro

Nicklas Nielsen, David Fumanelli e Jens Liebhauser sul podio del Trofeo Pirelli Pro

A chiudere in bellezza la “Quattrogiorni in Red”, alla presenza del Chief Executive Officer Louis Camilleri, del Direttore Gestione Sportiva Maurizio Arrivabene e del Chief Marketing and Commercial Officer Enrico Galliera, la grande parata delle Ferrari GT e Formula Uno da competizione ed una folta sfilata di vetture clienti.

L'esposizione delle Ferrari che hanno fatto la storia della Formula 1 (Foto Antonio Perrone)

L’esposizione delle Ferrari che hanno fatto la storia della Formula 1 (Foto Antonio Perrone)

Non sono mancati neanche i grandi nomi di spicco del Motorsport del Cavallino Rampante: Marc Gené, Giancarlo Fisichella, Andrea Bertolini e Davide Rigon. Il pubblico è quello delle grandi occasioni e le quasi cinquantamila persone intervenute, nonostante il tempo a dir poco inclemente, sono da considerarsi un ulteriore successo della manifestazione brianzola.

Lo start della Coppa Shell (Foto Antonio Perrone)

Lo start della Coppa Shell (Foto Antonio Perrone)

Condividilo con:


Articoli simili:

F4: salgono in cattedra i comprimari Job Van Uitert è pProtagonista sia nella prima che nella seconda manche della F4 Seconda uscita stagionale dell’Italian F4 Championship all’Autodrom...
24 Heures du Mans: che beffa per la Toyota A beneficiare del ritiro della Toyota TS050 Hybrid è la Porsche 919 Hybrid di Marc Lieb, Romain Dumas e Neel Jani, che si aggiudica la 24 Heures du M...
Formula 4: Baiz con il brivido ad Adria Mauricio Baiz Seconda tappa stagionale per la Formula 4 sul circuito di Adria. Nonostante l’assenza di Mick Schumacher, avversario ostico per tutti ...
Italiano GT: al Mugello dominio Lamborghini La Huracan di Alberto Di Folco e Riccardo Agostini transita per prima sotto la bandiera a scacchi Lamborghini grande protagonista al Mugello Circuit...