Ferrari Challenge Europa, a Brno emozioni sotto la pioggia

Redazione
Pubblicato il luglio 22, 2018, 8:30 pm
6mins

Dopo il round in notturna sotto i riflettori del Misano World Circuit il Ferrari Challenge Europa torna in pista a Brno con le tradizionali quattro gare dedicate a Trofeo Pirelli e Coppa Shell. Nel Trofeo Pirelli prima gara condizionata da alcune partenze anticipate che coinvolgono Bjorn Grossman ed il popolare pilota locale Jan Danis costretti a rinunciare il primo al podio assoluto ed il secondo ad un possibile ottimo risultato in classe AM.

Trofeo Pirelli podio di gara 2

Trofeo Pirelli podio di gara 2

Il successo assoluto va a Niklas Nielsen in una giornata trionfale per la Formula Racing che piazza sul podio anche Sean Hudspeth e Jens Liebhauser che approfitta bene della penalità di Bjorn Grossman, retrocesso al quinto posto assoluto alle spalle anche dell’inglese Chris Froggatt. Danis si deve accontentare del sesto posto assoluto e secondo tra gli AM. La sua rimonta gli permette di passare prima Martin Nelson e poi Fabienne Wohlwend, la ex-protagonista del nostro campionato di Formula 4 è terza tra gli AM. Due gli italiani in gara con Alessandro Vezzoni nono assoluto e Tommaso Rocca dodicesimo e purtroppo ultimo in classifica.

Niklas Nielsen fa bottino pieno a Brno aggiudicandosi entrambe le gare del Trofeo Pirelli

Niklas Nielsen fa bottino pieno a Brno aggiudicandosi entrambe le gare del Trofeo Pirelli

L’unico ritirato è il veterano del Ferrari Challenge Robert Pergl in gara con una vettura della Scuderia Praha. In seconda manche subito fuori gioco Vezzoni che si intraversa, per non colpirlo Hudspeth va in ghiaia. Il pilota di Singapore riesce a rientrare in pista ma poi la sua vettura non riprende più velocità costringendo l’asiatico al ritiro. Fermo ai box John Dhillon dopo una collisione in mezzo al gruppo con annesso testacoda ad alto rischio. Anche stavolta Nielsen conquista la vittoria con Grossman che non commette errori ed intasca quantomeno la seconda posizione. Per la Formula Racing nuove soddisfazioni grazie anche al terzo posto di Jens Liebhauser.

Podio di gara 2 del Trofeo Pirelli P-AM

Podio di gara 2 del Trofeo Pirelli P-AM

Il resto del gruppo dei piloti al traguardo è composto esclusivamente da vetture AM con Froggatt che fa suo il podio davanti a Pergl e la Wohlwend. Quinto posto tra gli AM per Rocca alle spalle di Nelson e davanti all’inglese John Sawbridge. La Coppa Shell vede al via l’ottimo scatto di Christophe Hurni che sorprende Manuela Gostner. Va tutto storto alla sorella Corinna Gostner che anticipa la partenza e subisce un ineccepibile Drive Through. A causa di questa penalità l’altoatesina terminerà solo tredicesima assoluta. Ottimo anche Erich Prinoth che scavalca Eric Cheung per il terzo posto assoluto. Hurni vince l’assoluta su Manuela Gostner e Prinoth.

La partenza di gara 1 della Coppa Shell del Ferrari Challenge Europa a Brno

La partenza di gara 1 della Coppa Shell del Ferrari Challenge Europa a Brno

In ombra alcuni piloti di spessore come Vladimir Hladik e Fons Scheltema che chiudono rispettivamente sesto e settimo. Tra gli AM trionfo per Alexander Nussbaumer davanti al turco Murat Cuhadaroglu e a Ingvar Mattson uscito indenne da una collisione all’ultimo giro con un altro agguerrito pilota locale, Dusan Palcr, costretto quindi ad accontentarsi del quarto posto di classe davanti ad Agata Smolka. Tutti e diciotto i concorrenti al via terminano la prima gara. Nella seconda manche la protagonista sgradita è la pioggia battente che costringe il gruppo all’avvio dietro la Safety Car.

Podio di gara 1 della Coppa Shell

Podio di gara 1 della Coppa Shell

Alcuni team si attardano nella modifica del set-up delle 488 e così alcuni piloti, fra i quali Manuela Gostner ed Erich Prinoth, vedono la loro gara compromessa da venticinque secondi di penalizzazione. In condizioni da tregenda sale in cattedra l’austriaco Ernst Kirchmayr che, superando brillantemente Eric Cheung, si invola verso il primo successo. A Cheung è sufficiente l’argento per consolidare la leadership in campionato. Si riscatta Hladik che termina terzo grazie alla sua ottima guida sul bagnato. Delusione per Hurni che è l’unico ritirato sulle diciannove vetture al via. La pioggia rimescola solo in parte i giochi per il predominio nella classe AM.

Christophe Hurni ha a che fare con un osso duro del calibro di Manuela Gostner

Christophe Hurni ha a che fare con un osso duro del calibro di Manuela Gostner

Nussbaumer infatti domina le operazioni come in prima manche mentre per il secondo posto bella prova di Agata Smolka che precede Dusan Palcr, sostenuto da una nutrita tifoseria locale. Sotto la pioggia Mattsson e Cuhadaroglu non forzano e chiudono nell’ordine ai piedi del podio. A completare una giornata di festa sulla pista ceca, in parte rovinata dalla notizia della forzata “abdicazione” di Sergio Marchionne dal comando della Ferrari, c’è l’esibizione dell’ex-pilota di Formula 1 e Formula 3000 Olivier Beretta con una Ferrari F60. Prossima gara di campionato dal 14 al 16 Settembre in Spagna, a Barcellona.

Condividilo con: