CIVM: Faggioli svetta anche al Reventino

Redazione
Pubblicato il Agosto 07, 2016, 8:30 pm
5mins
Simone Faggioli, mattatore nel CIVM. vince anche la Cronoscalata del Reventino

Simone Faggioli, mattatore nel CIVM. vince anche la Cronoscalata del Reventino

Simone Faggioli e la Norma M20FC Zytek continuano a mietere vittorie anche nel CIVM. Il fiorentino vince anche l’edizione 2016 della Cronoscalata del Reventino, favorito anche dall’assenza di Christian Merli che dal canto suo conquista un successo di assoluto prestigio in Germania, alla cronoscalata di Osnabruck. Nemmeno il maltempo, con pioggia e nebbia che condizionano la prima manche provocando alcune interruzioni, ostacola la marcia di Faggioli che compie un altro passo verso la vittoria dell’ennesimo Campionato Italiano Velocità Montagna. L’unico a tentare di opporsi al suo passo è Domenico Scola con la Osella Fa 30. Per lui un buon secondo posto, davanti al bravo Omar Magliona con la seconda Norma M20FC schierata da Faggioli. Brillante anche il piazzamento di Domenico Cubeda con la Osella Pa 2000. Il siciliano termina ai piedi del podio ma ottiene il terzo tempo nella seconda manche, davanti a Magliona.

Il podio con i primi 10 classificati alla Cronoscalata del Reventino

Il podio con i primi 10 classificati alla Cronoscalata del Reventino

Dopo Cubeda si distinguono i contendenti al successo nella classe CN. Stavolta è Achille Lombardi con la Osella PA21 Evo a spuntarla sulla Pa21/S Evo di Luca Ligato, che comunque recupera i ritmi migliori dopo l’incidente patito alla Svolte di Popoli. Dietro Ligato, un eccezionale Manuel Dondi che con la potentissima Fiat X1/9 si aggiudica il successo tra le E2 Silhouette precedendo persino la Lola Honda di Diego De Gasperi e la Osella Pa2000 di Francesco Conticelli.

Manuel Dondi con la Fiat X1/9 si aggiudica il successo tra le E2 Silhouette

Manuel Dondi con la Fiat X1/9 si aggiudica il successo tra le E2 Silhouette

Assenti alcuni abituali protagonisti del campionato, le classi E1 e GT vedono le facili affermazioni rispettivamente di Luigi Sambuco -che con la Renault New Clio non ha problemi a battere la Peugeot 106 di Giuseppe Aragona e l’Alfa Romeo 156 di Ferdinando Cimarelli– e di Ignazio Cannavò, che recupera qualche punto in classifica sulle Ferrari vincendo il gruppo con la Lamborghini Gallardo curata tra gli altri da Antonio Surace. Assente però il diretto avversario del siracusano Vito Giuseppe Pace. Tra le E1 1.6 Turbo, eliminati da guasti meccanici i piloti locali e uscito di strada il compagno di team Angelo Cardone, la vittoria arride a Vito Micoli con la Renault 5 GT Turbo.

Tra le E1 1.6 Turbo la vittoria arride a Vito Micoli con la Renault 5 GT Turbo

Tra le E1 1.6 Turbo la vittoria arride a Vito Micoli con la Renault 5 GT Turbo

Nel Gruppo A successo di Salvo D’Amico che precede la Mitsubishi Lancer dell’ottima Gabriella Pedroni. Terzo Roberto Megale vincente in A 1.6 con la Peugeot 106, davanti al sorprendente Luca Miceli con la piccola Fiat Seicento A 1150. Rudi Bicciato con la fedele Mitsubishi Lancer compie un altro passo verso la conquista del titolo di Gruppo N ma fa scalpore il secondo posto di Gruppo del siciliano Antonio Fichera con la Citroen Saxo Vts. Per lui vittoria in 1.6 dopo il guasto meccanico che elimina Rocco Errichetti.

Nel Gruppo A successo di Salvo D’Amico

Nel Gruppo A successo di Salvo D’Amico

Terzo è il vincitore della N 2000 Angelo Miccolis, con la Renault Megane Coach. Ennesimo trionfo pugliese tra le Racing Start con Giacomo Liuzzi vincente con la Mini Cooper S davanti a Ivan Pezzolla. Terza la Renault New Clio di Angelini, mentre non parte per motivi personali Oronzo Montanaro con la Mini. Tra le Racing Start Plus Giuliano Pirocco vince nettamente con la Honda Civic Type-R battendo la Renault Clio di Luca Zuurbier e la Citroen Saxo Vts del sorprendente Davide D’Acri.

Rachele Somaschini con la Mini Cooper è quarta nelle Racing Start Plus

Rachele Somaschini con la Mini Cooper è quarta nelle Racing Start Plus

Quarta la coraggiosa Rachele Somaschini con la Mini Cooper. Tra le Minicar vince Daniele Portale con la Fiat 126, davanti all’identica vettura di Angelo Alessandro Mercuri. Tra le Storiche Fiat 128 protagoniste con Lucio Gigliotti vincente nel 2.Gruppo e Salvatore Caristi leader nel 3.Gruppo. (Nico Patrizi)

Daniele Portale con la Fiat 126 vince nelle Minicar

Daniele Portale con la Fiat 126 vince nelle Minicar

Condividilo con:


Articoli simili:

CIR, al Rally San Marino trionfa Ceccoli, Andreucc... Dopo ventidue anni dalla vittoria del compianto Massimo Ercolani, un sammarinese riesce a vincere l’ostico Rally San Marino. Si tratta di Daniele Cecc...
Calendario CIVM 2017, ecco le date ufficiali E’ stato reso noto il calendario CIVM 2017. Il prossimo Campionato Italiano Velocità Montagna si snoderà su dodici tappe. Si partirà alla fine di apri...
CIR, capolavoro di Scandola al Rally dell’Adriatic... Jolly vincente per Umberto Scandola e Guido D’Amore con la Skoda Fabia al Rally dell’Adriatico, penultima tappa del CIR. Il veronese consegue sugli st...
CIVM, alla Salita Morano-Campotenese brilla la ste... Con Simone Faggioli e Christian Merli assenti -in particolare Merli ha fatto scintille alla salita tedesca Glasbachrennen- la Salita Morano-Campotenes...